×

Expo Mind Milano, la riaccensione dell’Albero della Vita: nuovi spettacoli di luci e musica

Con l’arrivo del campus della Statale sull’area Expo, l'obiettivo è riaccendere l'Albero nel 2025

Expo Mind Milano, la riaccensione dell’Albero della Vita: gli spettacoli

Nonostante le numerose proposte di demolizione e trasloco, l’Albero della Vita, diventato ormai un simbolo di Milano, verrà preservato e valorizzato.

Expo Mind Milano: l’Alberto 4.0 nel 2025

Oltre a rimanere, l’Albero avrà una seconda vita con un nuovo spettacolo di luci e musica, ma bisognerà aspettare la fine dei lavori del campus della Statale previsti per il 2025.

Igor De Biasio, amministratore delegato di Arexpo, ha chiarito: “L’Albero è stato il simbolo del rilancio di Milano su scala mondiale. L’idea è quello di rigenerarlo e di dargli una nuova vita. Una sorta di Albero 4.0 che vedrà la luce nel 2025. Non avrebbe senso rigenerarlo prima perché non sarebbe fruibile dalle persone a causa del cantiere dell’università“.

Expo Mind Milano: l’idea per attirare i turisti

Nei mesi successivi verrà lanciata una manifestazione d’interesserivolta alla città per raccogliere proposte su quella che sarà la seconda vita dell’Albero. De Biasio evidenzia: “Mi piacerebbe che l’Albero diventasse un po’ quelle che sono le fontane di Burj Khalifadi a Dubai, con spettacoli quotidiani che attirino turisti e siano un punto di aggregazione per le 60mila persone che ogni giorno vivranno il nuovo quartiere di Mind”.

Lo spettacolo, ovviamente, sarà diverso da quello visto ad Expo.

Le modifiche tecnologiche consentiranno di contenere i costi di manutenzione.

Expo Mind Milano, De Biasio: “Se si programma nei tempi, i risultati si ottengono”

Un progetto importantissimo interessa il futuro di Città Studi dopo la partenza delle facoltà scientifiche della Statale e il trasloco dell’Istituto dei Tumori e del Besta. La Regione, in accordo con il Comune e la Statale, ha incaricato Arexpo e Amat -Agenzia mobilità, ambiente e territorio di Palazzo Marino- di lavorare allo studio di fattibilità che dovrà indicare la strada per la rigenerazione e lo sviluppo dell’intero quartiere.

Secondo De Biasio, per ottenere ottimi risultati, è fondamentale iniziare a programmare le tempistiche.

LEGGI ANCHE: Aerei, sciopero dei voli a Milano: viaggi cancellati e disagi

Leggi anche

Contents.media