×

Emergenza Covid, la spesa del comune di Milano: il bilancio

Palazzo Marino e l'assessore al bilancio hanno delineato il consuntivo dopo due anni di pandemia

Emergenza Covid: quanto ha speso il comune di Milano nei due anni di pandemia?

Negli ultimi due anni, Palazzo Marino ha dovuto fare i conti con l’emergenza sanitaria fornendo a dipendenti, servizi e cittadini gli strumenti per difendersi dal contagio. Emmanuel Conte, assessore al bilancio del comune di Milano, nel periodo tra marzo 2020 e marzo 2022, ha stimato una spesa di oltre 3 milioni e 772mila euro.

Emergenza Covid, la spesa di Milano: gli acquisti del Comune

L’amministrazione ha speso 711mila euro per l’acquisto di 6.325.600 mascherine chirurgiche, 565mila euro per 1.734.500 mascherine Ffp2, 429mila euro per approvvigionarsi oltre 4.272.900 guanti monouso, 361mila euro per 103.450 flaconi da mezzo litro di igienizzante, 334mila euro per l’acquisto di 164.850 camici monouso, 243mila euro per 70.764 visiere protettive e 273mila euro per 2.526 pannelli divisori in plexiglass.

In aggiunta, oltre 260mila euro sono stati spesi per detergenti con alcol, 12mila euro per 3.320 occhiali protettivi, 3mila euro per 80 saturimetri e 5.845 euro per 402.500 sacchetti per i rifiuti sanitari. Altri 8mila euro sono serviti per comprare 81mila soprascarpe, 76mila euro per 1.060 termometri, quasi 230mila euro per oltre 20mila tute.

Emergenza Covid, la spesa di Milano: le donazioni ricevute

Soprattutto nel primo periodo di pandemia, il comune di Milano ha ricevuto anche decine di donazioni da privati, aziende, città gemellatee istituzioni: dal Consolato cinese a Impregilo, da Shanghai a Uniqlo.

Palazzo Marino ha beneficiato di oltre 10mila flaconi di alcol etilico, 120mila confezioni di igienizzante, 50mila guanti monouso, 12mila tute e 24mila visiere protettive. Privati e istituzioni hanno inviato 4.896.793 mascherine chirurgiche, 408.480 mascherine Ffp2, 100.535 Ffp3, 1.054 di stoffa e 43.550 mascherine 3M. In dono anche sei ventilatori polmonari e cinque purificatori d’aria.

Emergenza Covid, la spesa di Milano. Conte: “Il Coronavirus ha imposto nuove urgenze e priorità”

L’assessore al bilancio rinnova i ringraziamenti a tutti coloro che hanno aiutato il capoluogo lombardo, e afferma: Il Covid ha rivoluzionato le esistenze e ha imposto nuove urgenze e priorità, anche nell’utilizzo delle risorse del Comune. Questa Amministrazione ha cercato di affrontarle nel migliore dei modi, convinta fin da subito che ne saremmo usciti solo insieme, unendo le forze di tutti“. Infine, sottolinea l’importanza di un’alleanza civica.

LEGGI ANCHE: Turismo, Milano in ripresa: si prospetta un aumento per Pasqua

Leggi anche

Contents.media