×

8 marzo, in migliaia al corteo “Stop war”: l’appello per la fine della guerra

"Make school, not war", lo slogan gridato dai partecipanti al corteo transfemminista contro la guerra

Guerra in Ucraina, in migliaia al corteo dell'8 marzo: 'Stop war'

Grande successo al corteo dell’8 marzo: nella giornata internazionale della donna, migliaia di persone hanno partecipato alla manifestazione chiedendo anche lo stop alla guerra in Ucraina.

Corteo “Stop War”: il percorso

Il corteo è partito in piazza Duca d’Aosta, davanti alla Stazione Centrale, per terminare in piazza Duomo.

Tra i partecipanti, anche i centri antiviolenza, guidati dall’associazione femminista ‘Non una di meno’; hanno ribadito il ‘no’ alla violenza sulle donne e chiesto il rispetto dei loro diritti.

Corteo 8 marzo, lo striscione “Stop War”

Inoltre, i manifestanti hanno espresso massima solidarietà al popolo ucraino, che da quasi due settimane sta subendo le angherie di Putin, chiedendo il disarmo di tutti gli eserciti e lo stop ai fabbricanti di armi.

In testa al corteo lo striscione “Stop the War”.

Corteo “Stop War”: la contrarietà ai confilitti militari

Immancabili le bandiere della pace e vestiti gialli e blu, in onore dei colori della bandiera dell’Ucraina. Gli organizzatori hanno sottolineato l’obiettivo dell’iniziativa: manifestare la propria contrarietà “ai conflitti militari, espressione massima della violenza sui corpi delle persone e dei popoli”. In prossimità della sede dell’azienda produttrice di armi Leonardo, la scritta “Stop War” è stata impressa con della vernice rosa sulla strada per impedire il guadagno su una guerra sporca.

LEGGI ANCHE: A Milano è previsto l’arrivo di 40mila profughi dall’Ucraina, Sala: “Organizzata una raccolta fondi”

Leggi anche

Contents.media