×

Aggressioni in metro: i militari circoleranno gratis sui mezzi

Esercito e comune uniti contro la criminalità

Militari gratis sui mezzi, l'accordo con il comune di Milano

Il comune di Milano e l’esercito italiano hanno firmato un documento che consentirà ai militari di viaggiare gratis sui mezzi pubblici del capoluogo lombardo.

Militari gratis sui mezzi: l’obiettivo

L’obiettivo è quello di migliorare la sicurezza degli utenti sui mezzi.

Il documento è stato sottoscritto da Arianna Censi, assessora alla mobilità, insieme ad Alfonso Miro, generale al comando dell’esercito in Lombardia, e a Luca Vitali, colonnello delegato del comandante.

Militari gratis sui mezzi, Censi: “Aumentare il presidio di sicurezza”

Nel corso del 2021, era già stata intrapresa una prima sperimentazione, per la durata di tre mesi. Censi afferma: “la presenza di militari a bordo dei mezzi consente di aumentare il presidio di sicurezza e il senso di protezione dei cittadini.

Per questo abbiamo valutato positivamente l’iniziativa sperimentale dell’anno scorso e abbiamo scelto di riproporla per 2022″.

Militari gratis sui mezzi: le aggressioni in metrò

Negli ultimi giorni sono state segnalate aggressioni subite da personale dell’Atm in metropolitana, in particolare sulla linea rossa M1. L’ultimo episodio risale a domenica, presso la stazione di Gorla: un uomo ha minacciato un operatore Atm per farsi aprire la porta del gabbiotto, successivamente ha scavalcato i tornelli ed è salito su un treno, per essere poi bloccato dalla security.

La scorsa settimana, ad essere nel centro del mirino, la stazione di Porta Venezia, dove si erano verificate altre due aggressioni.

LEGGI ANCHE: Questione sicurezza, Sala: “Presto i 500 nuovi agenti della polizia locale”

Leggi anche

Contents.media