×

Classifica qualità della vita: Milano è al secondo posto

Nella classifica della vita elaborata dal Sole 24 Ore, il capoluogo lombardo si posiziona al secondo posto

Duomo di Milano

Milano torna sul podio della 32esima classifica sulla qualità della vita elaborata dal Sole 24 Ore: è seconda solo a Trieste.

Qualità della vita, Milano: perché era sta penalizzata

Il capoluogo lombardo si era già posizionato nella top list nel 2018 e nel 2019, ma era stato penalizzato dall’impatto della pandemia nell’anno 2020, determinato anche dal crollo del Pil pro capite e dei dati sanitari.

Ad eccezione di Sondrio, le altre province lombarde erano riuscite a riguadagnare la propria posizione rispetto allo stesso anno.

Nella nuova classifica, Milano spicca sul fronte “Ricchezza e consumi” e “Affari e lavoro” rivelandosi prima per i prezzi delle case, la retribuzione media annua, l’incidenza di imprese che fanno e-commerce e la diffusione dei servizi bancari online.

Per quanto riguarda “Giustizia e Sicurezza”, la città si colloca al 104esimo posto, a causa dell’alto numero di denunce per furti, rapine, violenze sessuali e la lentezza dei processi.

Sul fronte “Demografia e società“, grazie ai vaccini, acquisisce ben 88 posizioni. Il capoluogo, nel giro di un anno, guadagna 12 posizioni anche nel campo “Cultura e tempo libero”, stabilendosi al 6° posto nella classifica generale.

Qualità della vita, Milano. Sala: “Stiamo facendo le cose per bene”

Il sindaco di Milano, Beppe Sala, ha annunciato: “L’orgoglio milanese è una cosa che ci ha fatto sempre andare avanti. Noi più di altri abbiamo preso una botta tremenda dal Covid.

Questa conferma ci dà fiducia sul fatto che stiamo facendo le cose per bene”. Per il primo cittadino l’orgoglio milanese, l’orgoglio cittadino non è una cosa sciocca, non è una cosa che non serve. Ovviamente, non deve sfociare nell’arroganza“.

Qualità della vita, Milano: l’andamento complessivo

Rispetto al 2020, Trieste ottiene 4 posizioni. Al terzo posto, invece, c’è Trento; quarto posto per Aosta, mentre Bolzano e Bologna scendono rispettivamente al quinto e sesto posto.

La qualità della vita sta migliorando in tutte le grandi città, grazie ai vaccini: Roma sale al 13° posto e Firenze all’11°. La capitale è entrata nella top ten della “Qualità della vita degli anziani”, inoltre, emerge per livelli di istruzione, edifici coperti da banda ultra-larga e patrimonio museale.

Le ultime posizioni sono occupate in ben 57 casi da province del Sud o delle Isole. Crotone assume l’ultimo posto.

LEGGI ANCHE: Classifica qualità della vita 2020: Milano agli ultimi posti

Leggi anche

Contentsads.com