×

Pride Milano 2021: la manifestazione sarà in presenza

Condividi su Facebook

Dal 18 al 27 giugno torna il Pride a Milano: per l'occasione allestiti due palchi all'Arco della Pace e in piazza Francesca Romana.

Pride Milano
Pride Milano

Ripartiamo dai diritti” è lo slogan del ddl Zan che accompagnerà il Milano Pride dal 18 al 27 giugno in un arcobaleno di colori, rigorosamente rispettando tutte le regole e i limiti di distanziamento imposti dalla pandemia di Covid-19. Non rimane che scegliere tra l’Arco della Pace, piazza Francesca Romana, pizza Lavater e largo Bellintani.

Pride Milano 2021: la Pride Week e le Pride Squares

La Pride Week annovera giornate colme di eventi, performance e talk. Le quattro piazze regine, meglio conosciute come Pride Squares, animeranno Milano giovedì 24, venerdì 25 e l’evento di chiusura di sabato 26 giugno.

Le quattro Pride Squares:

  1. Arco della Pace: dedicata a diritti e politica
  2. Piazza Santa Francesca Romana: omaggerà il teatro, i libri e la cultura
  3. Piazzale Lavater: riservata al Rainbow Garden, offrirà numerose iniziative dedicate alle famiglie e ai più piccini
  4. Largo Bellintani: si impegnerà nell’effettuare test HIV e tamponi Covid, rapidi e gratuiti.

Tra gli ospiti presenti: personaggi della politica come Lisa Noja, attivisti, autori e artisti come Luciano Lopopolo, Monica Romano, il collettivo Amleta, Shi Yang Shi, Angelo di Genio, Dual Band oltre che collaborazioni con il Teatro Elfo Puccini e il MiX Festival.

Pride Milano 2021: la manifestazione

Sabato 26 giugno a partire dalle ore 16, l’Arco della Pace ospiterà una manifestazione di piazza. Le associazioni del Coordinamento Arcobaleno, il coordinamento delle associazioni LGBTQIA+ di Milano e Città metropolitana faranno sentire le loro voci sul palco.

Non mancheranno rappresentanti delle istituzioni e momenti di intrattenimento, con presentatori Annie Mazzola, Dario Spada e Daniele Gattano e la presenza di numerosi ospiti fra cui: Alessandro Zan, Simone Alliva, Immanuel Casto + Romina Falconi, Franco Grillini, Vladimir Luxuria, Annagaia Marchioro, Martina Dell’Ombra, Gabriele Piazzoni. Angelo Cruciani invoglierà un flash mob per avvalorare l’urgenza e la necessità dell’approvazione del ddl Zan.

Pride Milano 2021: Il Rainbow Ride

La tradizionale parata verrà sostituita con un percorso per le vie della metropoli e l’itinerario di AbracciaMI per dire #nonunpassoindietro e sostenere il ddl Zan.

Partecipare è molto semplice: basterà individuare un percorso da casa propria al Pride per uno scopo collettivo da percorrere in bicicletta, correndo, a piedi, sulla sedia a rotelle. L’app STRAVA permetterà di entrare nel club “Rainbow Ride” donando così i propri km alla causa.

Gabriele Rabaiotti -assessore alle Politiche sociali e abitative- commenta “Abbiamo capito oggi più e meglio di ieri che il riconoscimento dei diritti di tutte e di tutti esercitati in una società equa e inclusiva sono indispensabili per il benessere di ciascuno e dell’intera collettività”. Anche Tiziana Fisichella -coordinatrice del Milano Pride- sottolinea “Dopo più di un anno di assenza fisica, il Milano Pride torna per le vie della città. Per la nostra comunità, i Pride sono necessari. Si apre uno spazio che ci permette di raccontare le nostre vite senza storpiature strumentali che possano alterarne il racconto.”

Pride Milano 2021: gli sponsor

Sono numerosissime le aziende e i marchi italiani ed internazionali che sostengono il Milano Pride 2021, tra cui: Accenture, Banca Progetto, Bending Spoons, Coca-Cola, Deloitte, Docebo, Durex, Gilead, Idealista, McKinsey, Microsoft, Nestlé, Paypal, PVH, Scalo Milano Outlet & More, Snam, Starbucks, TIM, Vitasnella.

LEGGI ANCHE: La Lombardia ha deciso di non far brillare il Pirellone per il Pride

Leggi anche

Contents.media