×

Turismo a Milano: si pensa al futuro post covid

Condividi su Facebook

Comune è a lavoro per il rilancio del turismo a Milano, attualmente fermo. La strategia spiegata dall'assessore al turismo di Milano.

turismo milano

Il turismo a Milano è fermo ormai da un anno, da quando è arrivato il Covid ma il Comune è a lavoro per studiare le strategie per il futuro e il rilancio.

Il futuro del turismo a Milano

A Milano il turismo è uno dei settori maggiormente colpiti dalla crisi innescata dal Coronavirus.

Ormai di turisti in città non se ne vedono dall’anno scorso, da quando a marzo la Lombardia è stata la regione del paziente uno. Da allora non si è ancora usciti dalla pandemia ma nel mentre il Comune è a lavoro per studiare come poter far ripartire il turismo.

L’assessora al turismo del Comune di Milano, Roberta Guaineri, in un’intervista esclusiva per il Corriere annuncia che il Comune è a lavoro su delle campagne di comunicazione lanciate a clientele specifiche, volte ad incentivare il turismo internazionale.

“Stiamo lavorando sull’immagine della città — spiega l’assessore comunale al Turismo, Roberta Guaineri— faremo una campagna di promozione basata sul racconto di ciò che nel frattempo Milano sta facendo per essere più bella, accogliente e interessante.” Saranno pubblicità che andranno ad esempio su Wechat il social più utilizzato dalla popolazione cinese, che pur essendo fermi gli spostamenti potranno così sognare una vacanza a Milano. “In un momento in cui non è possibile spostarsi vogliamo tenere vivo l’interesse per questa città” spiega l’assessora Guaineri.

Leggi anche

Contents.media