×

Il pranzo di Natale dei poveri a Milano: plexiglass e turni

Condividi su Facebook

Coloro che da sempre aiutano i poveri di Milano stanno già organizzando il pranzo di Natale che sarà all'insegna della sicurezza e della solidarietà.

pranzo natale poveri milano
pranzo natale poveri milano

Per i poveri di Milano c’è già chi sta organizzando il pranzo di Natale e diverse iniziative pensate per portare il Natale dove c’è più bisogno, nonostante le difficoltà imposte dal Coronavirus.

Le iniziative per il Natale dei poveri di Milano

Il Coronavirus non fermerà il pranzo di Natale delle famiglie di Milano, incluso quello dei più poveri. Per loro infatti sono diverse le iniziative pensate. Alla Tavola dell’Opera San Francesco in viale Piave stanno già pensando al menù del pranzo di Natale, che sarà ovviamente realizzato seguendo le norme anti contagio. Innanzitutto distanziamento e plexiglass. Poi le persone mangeranno a turni e ad ogni cambio si provvederà all’igienizzazione degli spazi.

I volontari indosseranno la mascherina e saranno tutti giovani.Abbiamo trovato 850 giovani che si alternano nel servizio: ce ne servono una quindicina a turno. Per fortuna il cuore di Milano è grande e in tanti ci sostengono con donazioni” spiegano.
Stessa cura anche a Casa Jannacci in viale Ortles, che invece offrirà il pranzo agli ospiti del dormitorio comunale.

Pranzo di Natale anche per l’Associazone Pane Quotidiano nelle loro sedi di viale Toscana e viale Monza.

Loro hanno pensato di regalare in questa occasione più dolci ai bambini, che li riceveranno al posto “dei giochi, che quest’anno per questioni igieniche sarà meglio evitare” spiega Luigi Rossi.

Infine il progetto Arca girerà per tutta Milano con il loro food truck per consegnare cibo caldo e pacchetti regalo.

I regali ai più bisognosi

Anche il Comune di Milano interviene a supporto delle organizzazioni che stanno organizzando il pranzo di Natale dei poveri con il “Panettone sospeso”.

Con questa iniziativa di “Milano Aiuta” è possibile finanziare l’acquisto di dolci da donare agli ospiti dei centri d’accoglienza dei senza dimora.

Regali Solidali” invece per la Caritas Ambrosiana. Ognuno può donare alla Caritas un regalo per i più bisognosi a scelta tra: un pasto al Refettorio Ambrosiano di Greco (10 euro), una notte e colazione al Rifugio Caritas per senza dimora in via Sammartini ( 18 euro), o una spesa all’Emporio della Solidarietà per una famiglia in difficoltà (30 euro).

Dall’11 dicembre invece è possibile consegnare in tutta Milano le “Scatole di Natale” presso i punti aderenti all’iniziativa, ed elencati sulla pagina facebook. Un’iniziativa per regalare “una cosa calda, una cosa golosa, un prodotto di bellezza e un biglietto gentile, che scalderà di più il cuore di chi aprirà il vostro regalo”.

Per coloro che invece amano fare shopping online, sarà possibile donare un regalo tramite la wish list su Amazon della Fondazione Somaschi.

Leggi anche

Contents.media