×

Qualità dell’aria: a Milano inquinamento oltre il limite consentito

Condividi su Facebook

I dati registrati dalle centraline dell'Arpa evidenziano livelli di inquinamento dell'aria a Milano superiori alla soglia consentita per la salute.

inquinamento aria
inquinamento aria

L’inquinamento dell’aria di Milano è ancora oltre i limiti consentiti. Mercoledì 4 novembre è stata registrata dalle centraline dell’Arpa una concentrazione di polveri sottili superiore ai 50 microgrammi per metro cubo. Il livello di inquinamentoè dovuto al traffico eccessivo e all’utilizzo del riscaldamento con l’inizio della stagione termica.

L’inquinamento dell’aria a Milano oltre il limite

Con l’arrivo della seconda ondata di Coronavirus il traffico non è di certo diminuito. I livelli di polveri sottili registrati nella giornata del 4 novembre sono infatti oltre il limite consentito per la salute. La media di Pm10 calcolata a Milano indica un livello di inquinamento dell’aria di 58 microgrammi per metro cubo.

La concentrazione di polveri sottili, dannose per la salute, varia a seconda delle zone di Milano.

Ad esempio in via Senato si registrano livelli altissimi di Pm10: 67μg al metro cubo. I dati sono preoccupanti anche per viale Marche, con una concentrazione di polveri sottili di 66μg al metro cubo. La situazione non cambia molto all’esterno della città. Ad esempio, a Limito di Pioltello sono stati registrati 72μg al metro cubo di polveri sottil, mentre a Cassano d’Adda il dato scende a 53, rimanendo comunque oltre la soglia limite.

Al momento non è previsto alcun blocco del traffico. Secondo il Protocollo aria di Regione Lombardia il primo stop scatta infatti dopo cinque giorni trascorsi con concentrazioni di polveri sottili oltre il limite consentito.

Leggi anche

Contents.media