×

L’allarme di Ats Milano: “Le code per i tamponi veicolano il virus”

Condividi su Facebook

Il direttore di Ats Milano Metropolitana ha lanciato l'allarme: le code per fare i tamponi possono essere veicolo di contagio.

allarme ats milano

Dopo l’appello lanciato ai cittadini a restare a casa nel caso di sospetto contatto con persone positive, ora Ats Milano ha lanciato l’allarme. A suscitare grande preoccupazione sono infatti le lunghe code che si sono formate davanti agli ospedali per effettuare il tampone.

Mentre ci si trova in coda per ore, il rischio di assembramenti è alto ed è facile abbassare la guardia.

L’allarme di Ats Milano

Ciò che ha spinto Ats Milano a lanciare l’allarme è il timore che coloro che si trovano in fila per effettuare il tampone possano contrarre più facilmente il virus. Ad esprimere tale preoccupazione è stato Vittorio De Micheli, direttore di Ats Milano Metropolitana, intervistato da Radio Popolare. “Le persone si fanno il tampone e poi continuano a uscire prima dell’esito, le persone paradossalmente si contaminano facendo la coda per avere il tampone“, ha infatti dichiarato.

La pruccupazione che le code per i tamponi possano essere veicolo di contagio era già stata espressa dall’infettivologo Matteo Bassetti, secondo cui a chiedere al medico di base di poter effettuare il tampone sono in troppi.

Il direttore Ats Milano Vittorio De Micheli ha sottolineato ai microfoni di Radio Popolare che le misure adottare da Ats durante l’estate sono state meticolose e attente. “Ad agosto abbiamo tamponato centinaia di migliaia di viaggiatori in Italia, a Milano quasi 100 mila rientrati dalle vacanze“, ha spiegato De Micheli.

L’attività di prevenzione è stata espletata al massimo della sua potenzialità ma le attività che sono riprese evidentemente sono state più importanti di questo tentativo di contenimento“.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche