×

Accoltella uno dei suoi stupratori: arrestata ragazzina

Condividi su Facebook

Una ragazzina è stata arrestata a Milano dopo aver accoltellato uno dei suoi stupratori: è accusata di tentato omicidio.

ragazzina arrestata a milano

Una ragazzina è stata tratta in arresto nella giornata di giovedì 25 giugno dopo attente indagini da parte dei carabinieri di Rho, Milano. La piccola è stata vittima di una violenza di gruppo e avrebbe deciso di farsi giustizia da sé per vendicarsi dei suoi aggressori.

Come riportato dalle cronache locali, infatti, la giovane, vittima di abusi, è stata violentata dopo un serata in discoteca da un gruppo di ragazzi. Avrebbe riconosciuto uno di questi e, successivamente, lo avrebbe accoltellato insieme al suo fidanzato per rendere giustizia.

Ragazzina accoltella suo stupratore: arrestata

I carabinieri di Novate Milanese, nell’ambito dell’operazione “All about love”, hanno disposto due diverse ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari.

I militari hanno arrestato i tre italiani autori dell’agguato per tentato omicidio, tentata rapina e porto abusivo d’armi. In manette anche i tre pachistani maggiorenni autori della violenza sessuale di gruppo.


È questa, dunque, l’accusa nei confronti di un ragazzina minorenne, arrestata dai carabinieri di Rho, in provincia di Milano. Anche il fidanzato e un amico della giovane sono finiti in manette: tutti e tre italiani ai domiciliari dovranno rispondere di tentato omicidio, tentata rapina e porto abusivo d’armi.

In manette, ma con il regime degli arresti domiciliari, anche i tre ragazzi pachistani, tutti maggiorenni, accusati di violenza sessuale di gruppo.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’aggressione era stata organizzata con un agguato a novembre alla stazione di Novate Milanese: a rimanere ferito fu uno dei violentatori, un ragazzo di 19 anni. Quest’ultimo stato poi trasportato in codice rosso all’ospedale Niguarda di Milano, dove era arrivato in fin di vita, con una vistosa ferita sul fianco destro.

La dinamica dell’aggressione

I carabinieri di Rho hanno ricostruito come i due ragazzi, per vendicare la violenza avvenuta nel gennaio 2019, avessero organizzato l’agguato nei minimi dettagli. Come riporta una nota dei carabinieri i due giovani abbiamo pianificato il tutto: “(…) altresì di rubare l’Iphone che la minorenne aveva finto di voler acquistare esclusivamente per avere un pretesto per incontrare il pakistano in un luogo appartato appositamente da lei individuato, con la speranza di riuscire altresì ad asportare il denaro contante che lo stesso avrebbe sicuramente portato con sé”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche