×

Mascherine gratuite a Milano, le farmacie: “È un controsenso”

Condividi su Facebook

Medici, pediatri e farmacie di Milano hanno il compito di distribuire le mascherine gratuite in arrivo da Regione Lombardia, ma come non è chiaro.

Finalmente arrivano anche a Milano le mascherine gratuite distribuite da Regione Lombardia, destinate a medici di base, pediatri, edicole ma soprattutto farmacie. A loro volta le distribuiranno ai cittadini che ne hanno più bisogno, ma che attualmente non ne dispongono.

Intanto le disposizioni non sono chiare e ancora si fa fatica a reperirle.

Mascherine gratuite distribuite a Milano

Dopo le diverse polemiche riguardo le mascherine promesse ma mai arrivate, finalmente si ha un risvolto positivo. 3milioni saranno distribuite tra medici, pediatri e negozi di ogni tipo, le altre 300mila alle farmacie. “In totale – si spiega in una nota del Comune – i medici di base e i pediatri di libera scelta riceveranno 12mila mascherine chirurgiche.

Mercoledì 8 aprile sono partite le prime consegne che vedono impegnate sei pattuglie della Polizia Locale e quattro squadre della Protezione civile milanese“.

I dottori riceveranno quindi un pacco contenente 100 mascherine da distribuire a chi ne ha bisogno, a chi deve per forza uscire di casa per motivi lavorativi o a chi non è riuscito a trovarle altrove.

Saranno disponibili anche per chi vive con persone in quarantena e deve proteggersi necessariamente. Entro venerdì 10 aprile le consegne saranno concluse. Si spera così che anche le vendite di contrabbando dei prodotti sanitari si fermino.

La Vicesindaco e assessore alla Sicurezza, Anna Scavuzzo commenta: “La collaborazione con medici e pediatri si è fatta abituale e positiva. Abbiamo già consegnato mascherine, gel igienizzante, guanti sterili monouso, liquido sanificante e un primo quantitativo di chirurgiche per gli assistiti.

Ora proseguiamo volentieri questo percorso insieme, perché possano darci una mano a raggiungere chi ne ha davvero bisogno e ne è ancora sprovvisto. Ci auguriamo che questo invio da parte di Regione Lombardia di 120mila pezzi sia solo il primo”.

I farmacisti protestano: “Disposizioni non chiare”

L’assessore al Territorio Pietro Foroni spiega: “Tre milioni di mascherine saranno distribuite all’interno di supermercati, tabaccherie e edicole” e le restanti 300 mila suddivise tra le farmacie della Lombardia. Non tutti gli esercizi commerciali le hanno ricevute e molti cittadini fanno ancora fatica a reperirle. I farmacisti intanto si lamentano, poiché le disposizioni della Regione non sono chiare. “C’è un controsenso nella comunicazione che abbiamo ricevuto – spiegano i farmacisti -. Oltre al fatto di dover distribuire le mascherine gratuite attraverso il nostro buonsenso, apprendiamo che non dev’essere tracciata la distribuzione. La tessera sanitaria non servirà a nulla e dovremmo darne quattro a ogni cittadino. Così facendo le termineremmo nel giro di 20 minuti avendone ricevute solamente 100″.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche