×

M4, apertura a rischio: costi extra, ritardi e bollette sotto accusa

Per far circolare i treni da Linate a Dateo sono necessari più di 7 milioni

Metropolitana M4 a rischio l'apertura di ottobre: spese extra, ritardi e bollette sotto accusa

La metropolitana M4 collegherà l’aeroporto di Linate alla stazione ferroviaria di San Cristoforo: passerà per il centro di Milano attraverso 21 fermate e 15,2 chilometri di tracciato nel sottosuolo.

Arianna Censi, assessore comunale alla Mobilità, nel chiedere a Governo e Regione più fondi per la città, ha sottolineato come oggi per il trasporto pubblico cittadino si spendano 845 milioni di euro all’anno e pur “calcolando i trasferimenti e i proventi del biglietto, rimane un disavanzo di circa 260,6 milioni che il Comune copre con fondi propri”.

La cifra crescerà sensibilmente con la prossima apertura della M4.

M4, apertura a rischio: quanto costa la linea Blu?

Nel 2014 il Comune aveva acceso i mutui per finanziare la costruzione e la gestione di quella che sarebbe stata la linea Blu. L’importo complessivo? 3,4 miliardi di euro.

In questa somma rientrano tre voci su tutte:

  • il costo di realizzazione della linea: allora era pari a 1,82 miliardi di euro in totale, con un contributo di Palazzo Marino pari a 400 milioni
  • dal 2016 e fino al 2020 il Comune ha dovuto poi liquidare allo Stato 81,9 milioni a titolo di restituzione dell’Iva sui contributi (940 milioni) che lo Stato stesso si è impegnato a versare per la realizzazione della Metropolitana 4.
  • dal 2022 e fino al 2045, il Comune, attraverso il “Consorzio M4” (di cui è socio al 66% e al quale ha versato 160 milioni) dovrà onorare il canone di disponibilità: rimborsare le banche dei 415 milioni da esse assicurati all’opera e pagare, tramite il contratto di servizio con Atm, la gestione della blu

Questi numeri dovranno essere in parte rivisti per effetto dei ritardi accumulati dai cantieri della linea Blu, degli extracosti causati dell’estensione dei tempi di costruzione e a causa del picco del costo dell’energia e delle materie prime.

M4, apertura a rischio: gli extracosti

Nel 2018 il Comune comunicò extracosti pari a 313 milioni di euro: il costo complessivo dell’opera, quindi, è aumentato di oltre i 2 miliardi di euro. Il cronoprogramma, invece, è in ritardo di 15 mesi. La prima tratta della M4, quella che va dall’aeroporto di Linate alla stazione di Dateo, dovrebbe aprire entro la fine del 2022, mentre l’intera linea non aprirà prima del 2024. Nel 2019 è stato calcolato che l’apertura della prima tratta (Linate-Dateo) avrebbe inciso sui conti del Comuni per 7 milioni di euro.

Necessario rivedere anche questa cifra a causa dell’aumento dei costi dell’energia e delle materie prime.

LEGGI ANCHE: I biglietti del metrò non aumenteranno: la decisione dopo il voto

Leggi anche

Contents.media