×

Disagi e interruzioni sulla metro verde di Milano: com’è la situazione

Mattinata difficile per i viaggiatori della M2: i treni sono stati sostituti da bus.

Disagi sulla linea verde M2 di Milano: la situazione

Nella mattinata di giovedì 1° settembre i pendolari della linea M2 hanno dovuto fare i conti con alcuni disagi dovuti non solo ai cantieri aperti da tempo, ma anche per via dell’incidente che ha coinvolto una gru nella serata di mercoledì.

I treni della M2 sono stati sostituiti da bus tra Cernusco e Gessate.

Disagi metro verde: le fermate dei bus sostitutivi

  • Cernusco S/N: Strada Padana Superiore, all’altezza di via Diaz
  • Villa Fiorita: fermata in via Gobetti (nelle vicinanze della stazione)
  • Cassina de’ Pecchi: Strada Padana Superiore dopo via Venezia (in direzione Gessate), prima di via Matteotti (in direzione Villa Fiorita)
  • Villa Pompea: Strada Padana Superiore prima di via Villa Pompea
  • Gorgonzola: piazza Europa
  • Cascina Antonietta: via Sondrio prima di via Linate 8 ottobre 2001 (in direzione Gessate), ad altezza del civico 81 (in direzione Villa Fiorita)
  • Gessate: davanti al piazzale della stazione

Per Bussero, Atm consiglia di usare le fermate Cassina de’ Pecchi e Villa Pompea.

Per la conformazione della viabilità e la difficoltà dei bus nel fare manovra in alcuni tratti, non c’è una fermata in corrispondenza della stazione del metrò di Bussero. Atm è stata costretta a interrompere la circolazione a causa della caduta di una gru della ditta esterna impegnata nel cantiere alla stazione di Bussero.

Disagi metro verde: gru crolla sui cavi della M2

Nel pomeriggio di mercoledì, intorno alle ore 18:40, nei pressi della stazione metropolitana di Bussero, una gru si è ribaltata sui binari della tratta Cernusco – Gessate, mettendoli fuori uso.

Fortunatamente in quel momento non c’era nessun treno in transito sulla linea e non ci sono stati feriti.

Il cantiere in piazza De Gasperi era proprio di Atm ed è aperto per la realizzazione di opere di accessibilità, le quali prevedono anche la demolizione del vecchio sovrappasso. Al lavoro i tecnici di Atm per rimuovere il braccio caduto, i vigili del fuoco e i carabinieri, ai quali spetterà ricostruire la dinamica dell’incidente e accertare eventuali responsabilità.

LEGGI ANCHE: Trenord, dal 1° settembre aumenta il prezzo dei biglietti. La Regione: “Rincaro contenuto”

Leggi anche

Contents.media