×

Malpensa e Linate, gli aeroporti volano ai livelli pre-Covid: si torna a viaggiare

Sea registra un incremento dell'1% nei sedili in vendita rispetto al 2019

Gli aeroporti di Malpensa e Linate volano verso i risultati pre-pandemia

Il traffico aereo di Linate e Malpensa si avvicina sempre di più ai livelli del 2019, prima della pandemia di Covid.

Aeroporti di Malpensa e Linate: il recupero

Durante la Bit, la fiera del turismo, Sea -società che gestisce i due aeroporti- ha diffuso i numeri: rilevato un aumento dell’1% nei sedili in vendita rispetto al 2019.

Con la presentazione della stagione estiva 2022 è stato segnalato un recupero del 75% del portafoglio di network rispetto al 2019.

Aeroporti di Malpensa e Linate: il merito delle low cost

Si parla di 156 destinazioni servite in 70 paesi del mondo e 69 compagnie che effettueranno voli di linea regolari nei due scali milanesi. Il merito del recupero va attribuito alle compagnie aree low cost. Wizz Air cresce oltre il 100% mentre Ryanair supera le prestazioni del 2019 nella stagione invernale ed EasyJet collocherà tre aerei in più a Malpensa.

Aeroporti di Malpensa e Linate: i collegamenti con le Americhe

Queste prestazioni regalano a Milano un netto vantaggio rispetto agli altri aeroporti europei che costituiscono l’hub delle grandi compagnie aeree. Per quanto riguarda le destinazioni intercontinentali, l’Asia registra un -68% rispetto al 2019, a differenza del Nord America che è in ripresa. Tra le tratte aperte: Chicago, Montreal e Atlanta. Super trafficata la rotta Malpensa-New York. Oltre alle classiche compagnie americane -Delta, United e American e Emirates- si aggiungono Neos, Ita Airways(che partirà in estate) e a breve La Compagnie, esperta in voli business.

LEGGI ANCHE: Atm in gara per le linee del metrò di Parigi: la sfida driverless

Leggi anche

Contents.media