×

Bernardo sui mezzi: “Conducenti abbandonati, più sicurezza sui mezzi”

Condividi su Facebook

Luca Bernardo, candidato di centrodestra alle Comunali di Milano ha voluto porre al centro del dibattito il tema della sicurezza sui mezzi pubblici.

mezzi pubblici

Nella giornata di venerdì 3 settembre, al deposito di viale Molise, il centrodestra ha incontrato una delegazione di conducenti dei mezzi pubblici del capoluogo lombardo.

Sicurezza mezzi Milano: le richieste

Il candidato sindaco di centrodestra, Luca Bernardo, chiede più sicurezza sui mezzi Atm e delle regole chiare per la circolazione dei monopattini elettrici nelle strade di Milano.

Inoltre, durante l’incontro, si è parlato delle svariate aggressioni a bordo dei bus, soprattutto sulla linea 90/91, dove si sono evidenziati frequenti episodi. Altra questione importante trattata, nonché fattore di rischio per gli autisti di Atm, è stata la circolazione fuori controllo di biciclette e monopattini elettrici.

Sicurezza mezzi Milano: “Viaggiare sulla 90/91 la sera è un’avventura”

Il capogruppo di Fratelli d’Italia, Andrea Mascaretti, in Consiglio Comunale, precisa “Viaggiare sulle circolari destra e sinistra la sera è una vera avventura.

Sia gli autisti sia i passeggeri non sanno mai cos’aspettarsi quando sale a bordo qualcuno, perché le aggressioni e gli atti vandalici sono frequenti. In più monopattini e piste ciclabili stanno rendendo ancor più difficoltoso il lavoro dei conducenti, creando ingorghi e situazioni di pericolo continue. Il nostro candidato a Palazzo Marino, Luca Bernardo, vuole riportare la sicurezza al centro del dibattito, tema che quest’amministrazione ha completamente abbandonato da anni”.

Sicurezza mezzi Milano, Bernardo: “Conducenti abbandonati”

Luca Bernardo puntualizza che sulla linea del filobus 90/91 si verificano “tanti problemi, soprattutto di sicurezza. I conducenti sono abbandonati, c’è il rischio spesso di litigi, sono state molestate ragazze e donne, c’è il rischio di zuffe sul fondo dei bus”. E aggiunge “Non si può immaginare che una tratta così importante, che raggiunge tante case e cittadini, debba essere scortata dalla polizia di Stato, ritengo che la polizia locale debba trovarsi presente su quei mezzi e dare supporto a questi uomini.

Se sarò sindaco mi sono impegnato stare sempre vicino a loro e ai milanesi”. Il pediatra del Fatebenefratelli sarebbe favorevole all’installazione di telecamere a bordo, ovviamente rispettando le norme in materia di privacy.

LEGGI ANCHE: Controllori anti-covid sui mezzi pubblici, dubbi sull’attuazione a Milano

Leggi anche

Contents.media