×

Da San Babila vai direttamente a Linate

Condividi su Facebook

Chi vive a Milano o va quotidianamente nel capoluogo lombardo per lavoro conosce bene il problema del traffico che specialmente nelle ore di punta congestiona le varie vie soprattutto quelle del centro. Proprio per questo motivo può essere spesso difficoltoso spostarsi e lo è ad esempio per chi ha bisogno di raggiungere l’aeroporto di Linate.

Per venire incontro alle esigenze di molte persone l’ATM, l’Azienda dei trasporti milanesi che cura gli spostamenti attraverso la metropolitana o gli autobus ha introdotto una nuova linea che permettere di congiungere il centro di Milano, e precisamente Piazza San Babila, vicino al Duomo, all’aeroporto di Linate. Questa niova linea prende il nome di “X73″ e ha il vantaggio di poter raggiungere l’aeroporto senza fermate intermedie in soli 25 minuti e spendendo solo 1 euro, il costo che normalmente si spende per un biglietto della metropolitana o del tram.

Rispetto alle altre linee, però, in questo caso è possibile acquistare il biglietto anche direttamente a bordo al costo di 1,50 euro utilizzando le emettitrici automatiche che sono state installate appositamente. Il percorso Linate – San Babila viene già seguito dall’autobus n.73, ma in questo caso il tragitto che il veicolo segue è leggermente diverso e soprattutto pià veloce dato che non si effettuano fermate intermedie. Si può salire sulla nuova linea dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 20 e con diverse corse durante l’arco della giornats visto che ne sono state attivate una ogni 20 minuti circa.

I cittadini possono inoltre usufruire di un servizio di informazione particolarmente utile dato che ai due capilinea sono stati installati dei monitor che servono a comunicare quanto tempo manca all’arrivo della corsa successiva e vedere in che punto si trova quella che sta viaggiando in quel momento. Se si vogliono conoscere maggiori informazioni su questo servizio si può consultare il sito internet www.atm-mi.it o chiamare il numero verde 800.80.81.81.

Immagine tratta dal sito www.solotreni.net/engine/viewtopic.php?t=2512

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche