×

Al San Carlo di Milano un software di aiuto in sala parto

Condividi su Facebook

Sala parto

Hanno suscitato particolare scalpore gli episodi che si sono verificati ultimamente all’interno di diverse sale parto in alcuni ospedali italiani, dove a causa di comportamenti errati da parte dei medici o addirittura di litigi sorti tra di loro i bambini che stavano per nascere o le mamme hanno subito delle gravi conseguenze e in alcuni casi si sono verificati anche dei mortli.

Proprio per venire in aiuto a questo tipo di situazione in cui è importante intervenire al momento giusto e senza possibilità di errore si è deciso di sperimentare presso l’ospedale San Carlo di Milano un nuovo software che è stato realizzato in collaborazione con il Politecnico e che permetterà di tenere costantemente sotto controllo la situazione della donna e del nascituro dopo avere inserito all’interno del programma i risultati degli esami che sono stati effettuati.

Si tratta di un sistema che svolgerà anche una funzione importante di assistenza e di supporto ai medici perchè sarà in grado di segnalare eventuali momenti di allarme che potranno verificarsi e di indicare anche quale potrà essere la soluzione adatta da intraprendere.

Bisogna comunque presente che il software non si sostituirà ai medici, a cui spetterà comunque il compito di prendere le decisioni opportune, ma potrà essere uno strumento che permetterà di coordinare meglio il personale presente in sala parto e quindi potrebbe rivelarsi utile nel caso in cui nello stesso momento si presentino in ospedale più donne in prossimità del parto perchè si potrebbe riuscire a capire quale donna ha necessità di ricevere assistenza in modo più urgente.

In questa fase iniziale, però, il software verrà utilizzato in modo solo sperimentale e per questo è prevista la sua applicazione nei pazienti che presentano rischi più bassi, ma proprio perchè in grado di registrare i comportamenti che sono stati tenuti potrà essere un importante monito per il futuro anche nei casi che richiedono un intervento maggiore.

Immagine tratta dal sito www.agenziagrt.it

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche