×

Il Comune salva gli storici murales di largo Murani: l’accordo con Esselunga

I murales risalgono agli anni '70 e rischiavano di scomparire per lasciare spazio al nuovo supermercato

Il Comune di Milano salva gli storici murales di largo Murani

Gli storici murales di largo Murani, realizzati nel quartiere di Città Studi a Milano, verranno preservati.

Murales Largo Murani: preservata la memoria storia degli abitanti

Il Comune di Milano è riuscito a trovare un accordo con Esselunga. Tommaso Sacchi, assessore alla Cultura, ha annunciato: Un intervento di risanamento della facciata che li supporta, sostenuto da Esselunga, e un successivo restauro conservativo dei dipinti originali consentiranno la sopravvivenza delle opere di street art che, da ormai più di cinquant’anni, contribuiscono a formare l’identità del quartiere”.

L’obiettivo è quello di preservare la memoria storica degli abitanti della zona.

Murales Largo Murani: la richiesta dei residenti

I murales, infatti, risalgono agli anni Settanta: sono tra i primi comparsi a Milano. Rappresentano un capo indiano, una mucca che rimanda alla copertina di un album dei Pink Floyd, Jimi Hendrix con la chitarra e il simbolo del Sole che Ride, pressoché sconosciuto in Italia in quel periodo. In seguito alla notizia dell’abbattimento del muro sui quali erano stati dipinti, i residenti della piazza hanno chiesto al Comune e ad Esselunga di salvare i murales.

Murales Largo Murani, Selva: “Abbiamo deciso di sostenere l’onere di straordinarie misure di risanamento”

Roberto Selva, Chief Marketing & Customer Officer di Esselunga, ha dichiarato: Abbiamo ascoltato la voce degli abitanti del quartiere e, benché l’edificio di Largo Murani non sia di proprietà dell’azienda, abbiamo deciso di sostenere l’onere di straordinarie misure di risanamento che permettano di ottenere le necessarie omologazioni della struttura e al contempo di salvaguardare i murales presenti sulla facciata laterale dell’edificio”.

Le opere street art continueranno a sopravvivere: tutto è bene, quel che finisce bene.

LEGGI ANCHE: A Milano compare un nuovo murales mangia-smog: l’importanza del corallo

Leggi anche

Contentsads.com