×

Museo Nazionale Scienza e Tecnologia, arriva la mostra dedicata a Leonardo da Vinci: le installazioni

il Museo Leonardo da Vinci presenta otto installazioni fruibili via app: la dimensione fisica si unisce a quella digitale.

Mostra dedicata a Leonardo Da Vinci: alla scoperta delle installazioni

Fino al 30 luglio 2022 sarà possibile ammirare ‘La visione di Leonardo’, la mostra diffusa permanente dedicata a Leonardo da Vinci, attraverso le interpretazioni di otto artisti digitali.

Mostra Leonardo da Vinci: le installazioni digitali con animazioni tridimensionali

Il progetto, ideato e sviluppato da Bepart, propone un itinerario digitale attraverso i luoghi della città di Milano legati a Leonardo, con uno sguardo alla città contemporanea.

Tra le tappe: Piazza Gae Aulenti, Parco Sempione, Castello Sforzesco, Piazza della Scala, Palazzo Reale, Conca del Naviglio, Darsena e il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia. Ad ogni tappa ci sarà un’installazione digitale con animazioni tridimensionali e un audio per presentare la visione dell’artista in un dialogo con la visione di Leonardo e con la realtà circostante.

Claudio Giorgione, curatore Leonardo Arte & Scienza del Museo e storico dell’arte, ha chiarito: “Abbiamo pensato a una mostra in realtà aumentata dedicata ai luoghi di Leonardo a Milano, lavorando per trovare un nuovo punto di vista, più immaginifico che didascalico.

Le opere d’arte digitali, realizzate da altrettanti artisti con cui abbiamo lavorato per alcuni mesi, dialogano con il principio di unità del sapere, del legame tra scienza, tecnica e arte che ispira il Museo fin dalla sua fondazione”.

Mostra Leonardo da Vinci, le installazioni. Galli: “Mettere al centro il visitatore”

Il Museo estende lo spazio museale all’intera città per raccontare Leonardo attraverso l’utilizzo dello smartphone. Grazie all’app ImaginAR è possibile individuare i luoghi dove l’installazione è resa visibile e scoprire itinerari inaspettati di Milano.

La mostra diffusa è fruibile sia in autonomia, sia prenotando un tour insieme a una guida specializzata. Le installazioni site-specific sono pensate per esistere nella città reale: niente a che vedere, dunque, con i generici ologrammi appiccicati su uno schermo.

Al fine di incontrare le esigenze di un pubblico giovane verranno utilizzati linguaggi in grado di coniugare cultura, arte e intrattenimento. Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo, sottolinea: “Una delle missioni del Museo è quella di mettere al centro il visitatore sia nella scoperta delle esposizioni che nella partecipazione ai laboratori e alle numerose attività educative, ingaggiandolo con i più diversi linguaggi.

È ciò che facciamo anche in questa circostanza su richiesta di Regione Lombardia, mettendo a disposizione il nostro patrimonio materiale e immateriale, fatto di opere e di conoscenze, per costruire progetti culturali innovativi al servizio della collettività”.

Mostra Leonardo da Vinci, le installazioni: la valorizzazione del patrimonio

“La visione di Leonardo” si inserisce all’interno di una più ampia missione del Museo volta all’utilizzo dei linguaggi digitali per la valorizzazione del proprio patrimonio, sia come parte dell’esperienza della vista, sia fuori, sfruttando la rete e le tecnologie mobili. Nel 1997 il Museo fu il primo in Italia a creare un proprio sito web e un ufficio dedicato allo sviluppo delle strategie e dei linguaggi digitali. Inoltre, attualmente è l’unico ad avere nel proprio organico un game specialist, esperto di game design.

LEGGI ANCHE: Il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo torna alla Gam: l’addio al Museo del 900

Leggi anche

Contents.media