×

Milano dedica i giardini di piazza VI Febbraio all’attivista Lgbt Harvey Milk

L'inaugurazione è avvenuta nella settimana del Pride. Milk fu il primo componente delle istituzioni statunitensi apertamente gay

Milano dedica un giardino a Harvey Milk, attivista e icona Lgbt

Nel weekend del Pride, su iniziativa dei Sentinelli di Milano e del Municipio 8, sono stati inaugurati i giardini milanesi dedicati all’attivista Lgbt statunitense Harvey Milk.

Giardini Milk, Pelucchi: “Un giorno importante per Milano”

Milk esercitava la funzione di consigliere comunale.

Fu assassinato il 27 novembre del 1978 all’interno del municipio di San Francisco insieme al sindaco, George Moscone, dall’ex consigliere comunale Dan White.

Giulia Pelucchi, presidente del Municipio 8, ha sottolineato: “Un giorno importante per Milano. Avevamo presentato un Ordine del Giorno per intitolare il giardino ad Harvey Milk. L’opposizione aveva presentato 264 emendamenti proponendo 264 nomi di Papi al posto di quello di Milk”.

Giardini Milk: l’inaugurazione

All’inaugurazione, oltre ai Sentinelli di Milano, non poteva mancare il Presidente, Luca Paladini. Insieme a loro il Presidente del CIG Arcigay Milano, Fabio Pellegatta, il Presidente onorario del Centro culturale Milk Milano, Nathan Bonnì e l’attivista e attrice Annagaia Marchioro.

A concludere la cerimonia una breve esibizione musicale del Maestro trombettista Raffaele Kohler.

Giardini Milk: la piazza a San Francisco

Nel 2019, grazie al suo contributo al movimento per i diritti civili, il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama gli conferì (alla memoria) la massima onorificenza civile: la Medaglia Presidenziale della Libertà.

Nel cuore di Castro, quartiere di San Francisco, c’è Harvey Milk Plaza, dove sventola una bandiera arcobaleno, simbolo della comunità Lgbt.

LEGGI ANCHE: Carrà: un’icona per il partito gay, l’omaggio parco Montanelli

Leggi anche

Contentsads.com