×

Galleria Milano chiude per sfratto: l’ultima mostra sarà aperta fino al 30 giugno

Nella giornata di lunedì 9 maggio ha aperto l'ultima mostra nello storico spazio della Galleria Milano, la quale, chiuderà per sfratto

Sfrattata Galleria Milano: l'ultima mostra sarà aperta fino al 30 giugno

Nella giornata di lunedì 9 maggio ha aperto l’ultima mostra nello storico spazio della Galleria Milano, la quale, chiuderà per sfratto.

Sfratto Galleria Milano: l’esposizione

Dopo quasi sessant’anni di attività, di cui quasi cinquanta nella sede di via Manin/via Turati, la Galleria dovrà abbandonare i suoi spazi.

L’ultima mostra ‘Here. Between not-yet and no-more’ resterà aperta fino al 30 giugno. L’esposizione nasce dall’esigenza di riflettere su un luogo fondamentale per il mondo dell’arte milanese.

Sfratto Galleria Milano: uno sguardo sul passato e il futuro che verrà

Alla mostra parteciperanno oltre quaranta artisti, invitati a dialogare con gli ambienti e il contesto della Galleria, nell’oggi, ma anche in virtù della memoria di ciò che è stato.

Le volte affrescate, il rumore dei passi sulle assi del pavimento, le maniglie, i dettagli liberty, i cornicioni, le sale, i due spazi di lavoro e i dettagli dello spazio vengono rielaborati dallo sguardo attento e affettivo degli artisti.

Sfratto Galleria Milano: la nuova sede

Nel 1973 Carla Pellegrini e il marito Baldo trasferirono la Galleria da via della Spiga all’attuale sede con doppio ingresso su via Manin e su via Turati.

Da allora sono state ospitate più di trecento mostre, dalle personali di artisti con i quali ha stretto un sodalizio durato decenni, tra cui Enzo Mari, Gianfranco Baruchello, Davide Mosconi, Vincenzo Ferrari, Valentina Berardinone, Grazia Varisco, Antonio Calderara, Luigi Veronesi, alle collettive dedicate alla Pop Art inglese.

Quando Carla è mancata nel 2019, il figlio Nicola Pellegrini, insieme a Toni Merola e Bianca Trevisan, ha accolto un’importante eredità storica, che ora troverà spazio in una nuova sede.

LEGGI ANCHE: Domenica al Museo, tornano le giornate gratis: atteso l’arrivo di Munch e delle Pietà

Leggi anche

Contents.media