×

Milano Restaurant Week, menù fissi da 20 a 80 euro: l’itinerario gastronomico

La piattaforma online permetterà di prenotare degustazioni in oltre 140 ristoranti della città.

A Milano torna la Restaurant Week 2022: un viaggio attraverso il cibo

Dal 2 all’8 maggio i cittadini meneghini -e non solo- potranno regalarsi un’esperienza gastronomica unica. A grande richiesta torna l’attesissima Milano Restaurant Week.

Milano Restaurant Week: la ripartenza del turismo enogastronomico

L’evento coinvolge 143 ristoranti, i quali, propongono un menù fisso ad un prezzo speciale per tutti coloro che si prenotano sulla piattaforma YesMilano Restaurants.

L’iniziativa, promossa dal Comune di Milano e Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi attraverso Milano&Partners con Confcommercio Milano e Nexi, è legata alla voglia di dare un’ulteriore accelerata alla ripartenza del turismo legato all’enogastronomia e alla ristorazione.

Milano Restaurant Week: innovazione, varietà e creatività

Alessia Cappello, assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Milano, sottolinea che la ristorazione è da sempre un settore che contraddistingue il nostro capoluogo lombardo e rappresenta “un’eccellenza per innovazione, varietà e creatività”.

Cappello afferma: Siamo lieti di poter offrire ai milanesi e ai turisti la possibilità di scoprire la città da una diversa prospettiva, avvalorandone la multiforme cultura gastronomica e appoggiando una politica alimentare virtuosa”.

Milano Restaurant Week: gli obiettivi

L’itinerario della Milano Restaurant Week coinvolge ristoranti in tutte le zone della città e spazia dalla cucina tradizionale regionale a quella più ricercata e sperimentale, etnica e fusion. Ogni quartiere propone un menù degustazione a prezzo fisso dai 20 agli 80 euro.

Tra gli obiettivi del progetto: la volontà di accendere l’attenzione sulla rilevanza della food policy, la politica alimentare portata avanti dal Comune di Milano, orientata a rendere più sostenibile il sistema “per una corretta evoluzione del rapporto tra il cibo e la città”.

LEGGI ANCHE: Contratto da 22mila euro all’anno, lo chef La Mantia: “Non trovo camerieri”

Leggi anche

Contents.media