×

Duomo di Milano: 10 curiosità sul simbolo della città

Condividi su Facebook

Scopriamo insieme 10 curiosità del Duomo di Milano che in pochi conoscono

duomo di milano curiosità
duomo di milano curiosità

Tutti conoscono il Duomo di Milano, il simbolo della città, ma pochi conoscono alcune curiosità e alcuni segreti che lo riguardano.

Le curiosità sul Duomo di Milano

È impossibile non conoscere il Duomo di Milano, ma forse è meno semplice conoscere tutte le sue curiosità.

Ecco che allora abbiamo deciso di elencarvene 10 per portarvi in un tour virtuale in uno dei luoghi simboli della città.

Il punto più indicato da tutti, quello che forse è ancora più famoso anche del Duomo stesso, è sicuramente la Madonnina che brilla de luntan. Ebbene proprio lì, sotto gli occhi di tutti, si cela la prima curiosità. La Madonnina dorata infatti protegge la città da male ma se la si guarda bene si noterà che tra le mani ha come una lancia, un elemento che difficilmente ritroviamo affianco alla Madonna nelle immagini iconoclastiche.

Infatti quella che sembra essere una lancia altro non è che un parafulmine, incastrato accanto alla statua della Madonna per proteggere il Duomo dai fulmini.

La statuina della Madonna però non è l’unica statua presente nel Duomo, che pensate è l’edificio con il più alto numero di statue. È questa la seconda curiosità del Duomo, che è decorato con ben 3.400 statue, oltre a 135 gargoyle.

Tra queste statue, e qui andiamo alla terza curiosità, vi è persino la statua della libertà.

La statua, simile in tutto eccetto che in un particolare alla statua di New York, si trova sulla facciata esterna del Duomo, proprio sopra al portone d’ingresso. La statua presenta dei raggi nella testa, la torcia nella mano destra, ma nella sinistra sorregge una croce. La statua, che si chiama Statua della Legge Nuova, venne realizzata da Camillo Pacetti nel 1810 e si ritiene che sia stata una delle fonte d’ispirazione per Auguste Bartholdi, autore della Statua della Libertà di New York.

L’elevato numero di dettagli, oltre che la maestosità dell’edificio, è frutto di un lavoro durato mezzo millennio, dal 1386 al 1805, un tempo da record che sicuramente è la sua quarta curiosità. Un edificio maestoso e imponente che lo porta ad essere la quinta chiesa più grande del mondo e la più grande chiesa gotica del mondo, rispettivamente la quinta e sesta curiosità.

Nonostante la chiesa si stata finita nel 1805, è tutt’oggi un cantiere e questa è la sua settima curiosità. All’interno del Duomo infatti sono svolti regolarmente lavori di manutenzione, svolti dalla Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano. I lavori di ristrutturazione interessano anche le facciate esterne, dove c’è la ottava curiosità da svelarvi: sul Duomo vi è un rivestimento anti smog, che depura l’aria dagli agenti inquinanti, proprio come uno degli edifici più innovativi di Milano.

Sostandoci invece verso l’interno ecco la nona curiosità del Duomo: all’interno vi è l’organo più grande d’Italia e il secondo d’Europa, per canne e registri.

Decima curiosità che si trova all’interno del Duomo è la sua meridiana, che si trova sul pavimento e funziona in base alla luce del sole che si proietta dalle finestre. La Meridiana fu realizzata nel 1768 dall’Accademia di Brera e fino al 1900 regolava tutti gli orologi della città.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media