×

Duomo di Milano, la riapertura ai turisti dal 29 maggio

Condividi su Facebook

Il Duomo di Milano riapre al pubblico il 29 maggio, con promozioni e regole ferree.

riapertura del Duomo di Milano

La riapertura del Duomo di Milano ai turisti è fissata per il 29 maggio 2020, dopo il lockdown dovuto all’emergenza sanitaria da Coronavirus.

La cattedrale non era mai stata realmente chiusa, ma fino al 17 maggio erano permesse solo le preghiere individuali, dal 18 maggio anche le messe.

Ora l’iconica cattedrale milanese riapre ai turisti con regole ferree, volte a garantire la sicurezza sanitaria e il distanziamento sociale: mascherine, guanti e distanze saranno gli ingredienti dell’ingresso e della permanenza per i visitatori.

Riapertura del Duomo, le promozioni

La Veneranda Fabbrica, che gestisce la cattedrale, propone promozioni e opportunità per tutti i visitatori per celebrare la riapertura. In particolare, entreranno gratis gli operatori sanitari e di soccorso, mentre i loro familiari e accompagnatori avranno invece diritto ad una riduzione. Dal 29 maggio al 2 giugno l’ingresso sarà scontato per tutti del 50%, con la possibilità di esplorare le terrazze fino alle 20, da venerdì a domenica.

Orari, biglietti e accessi

Per consentire l’ingresso a tutti in sicurezza, l’orario sarà ampliato: le Terrazze saranno infatti aperte dal venerdì alla domenica fino alle ore 20, anche se si potrà accedere solo usando le scale e non gli ascensori. Il Complesso monumentale e il Museo saranno invece visitabili dalle 10 alle 18.

L’organizzazione suggerisce caldamente di prenotare online il proprio biglietto per scongiurare qualunque rischio di assembramento e affollamento sia alle casse che davanti ai portoni della cattedrale.

L’accesso a tutti gli ambienti sarà organizzato per fasce orarie e contingentato, con sanificazioni continuative.

Riapertura, ecco le regole

Come per ogni altro museo o attrazione, anche l’accesso e la visita al Duomo saranno scandite da regole per garantire la sicurezza di tutti.

All’ingresso verrà misurata la temperatura corporea e vietato l’ingresso a chiunque superi i 37,5° o mostri sintomatologia respiratoria.

Prima di accedere, e durante la visita, sarà obbligatorio sanificare le mani grazie al gel posto all’ingresso e lungo il percorso di visita, che sarà univoco per evitare assembramenti.

L’uso della mascherina è obbligatorio, e questa dovrà coprire completamente naso e bocca. All’interno del complesso ci dovranno essere 2 metri di distanza tra i visitatori. Viene infine caldamente raccomandato di non toccare naso e bocca durante la visita, non toccare tutte le superfici e starnutire/tossire all’interno di fazzoletti o nella piega del gomito.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche