×

Figuranti nel pubblico a Sanremo, Meyer: “Servono regole comuni”

Sanremo sì, e con i figuranti. Meyer, sovraintendente della Scala di Milano, commenta l'ipotesi: "Le regole devono essere uguali per tutti.

figuranti sanremo meyer
figuranti sanremo meyer

L’ipotesi di ammettere un pubblico di figuranti al Festival di Sanremo sta dividendo il paese, polarizzando le posizioni. Mentre il mondo della cultura, dei teatri e degli spettacoli è fermo da mesi a causa della pandemia da Covid-19, la discussione sulla presenza di figuranti al festiva della canzone italiana prosegue.

Il sovraintendente della Scala di Milano, Dominique Meyer, è intervenuto, commentando l’ipotesi di ammettere i figuranti all’Ariston di Sanremo: “Credo che gli artisti, operatori e tutti i lavoratori dello spettacolo abbiano apprezzato le parole del ministro Dario Franceschini sulla necessità di interpretare senza eccezioni le norme relative alla sicurezza nei teatri e nei cinema

Figuranti a Sanremo, Meyer: “Regole comuni”

Teatri vuoti, mostre e musei chiusei, operatori dello spettacolo fermi da mesi: eppure, l’ipotesi di ammettere figuranti di sala a Sanremo è tutt’altro che accantonata.

Il sovraintendente della Scala, Dominique Meyer, lancia un appello alla politica e alle istituzioni, invocando regole uguali per tutti.

“Ho sottolineato più volte la difficoltà sia per i musicisti sia per i teatri ad andare in scena senza pubblico in sala, ma quella della riapertura è una strada che dobbiamo percorrere insieme con regole comuni, senza eccezioni né sotterfugi. La musica e il teatro hanno forme diverse che tutte concorrono alla ricchezza del nostro panorama culturale: proprio per questo a nessuna manifestazione può essere consentito di aggirare le norme sanitarie, mentre tutti gli altri hanno affrontato gravi disagi per rispettarle con scrupolo”.

Leggi anche

Contents.media