×

Porta Genova, dove mangiare e come raggiungerla

Condividi su Facebook

Porta Genova a Milano è facilmente raggiungibile grazie ai collegamenti con la metropolitana e i treni: dove mangiare e parcheggiare.

Porta Genova è un quartiere di Milano, a pochi passi dalla movida meneghina e anche dal centro. Il quartiere prende il nome dalla porta costruita negli anni ’80 del 1800, nel tracciato delle mura spagnole. Ancora oggi si possono vedere i caselli daziari di quell’epoca.

È delimitato dal via Solari, via Bergognone, dal Naviglio grande e dalla Darsena. Il centro del quartiere è costituito dal piazzale Stazione Genova, dove tutt’ora si trova sia la stazione metropolitana che quella dei treni.

Porta Genova, il quartiere di Milano

Una delle particolarità del quartiere è sicuramente il ponte pedonale in ferro verde, che sovrasta i binari. Gli abitanti lo hanno soprannominato la Scaletta, proprio per l’alta scala che si vede dal piazzale.

Anche il vicolo di lavandai è un punto molto visitato da turisti, dove sono conservate le pietre usate in passato per lavare i panni con l’acqua del Naviglio. La metropolitana che parte da qui appartiene alla linea verde, la M2. Da qui è possibile raggiungere il Mediolanum Forum di Assago, famoso per concerti, eventi e il festival latino americano in estate.

Si può anche arrivare in macchina, grazie a un parcheggio a pagamento proprio all’interno del piazzale.

Con il servizio online è possibile anche prenotare il posto auto per non avere sorprese all’arrivo. Il parcheggio è ottimo anche per spostarti sui Navigli. Nel caso in cui vogliate trovare un posto non a pagamento, vi conviene percorrere la sponda del Naviglio.

I ristoranti in zona Porta Genova

A 5 minuti a piedi dalla stazione di Porta Genova, precisamente in via Cicco Simonetta 17, si trova il Cumino Bistrot. Con la sua atmosfera informale, ma allo stesso tempo accogliente, è perfetto per ogni tipo di situazione. Sia per una cena tra amici che una pausa di lavoro, qui si mangia solo italiano. Dai crostoni, ai fiori di zucca in pastella, fino ai risotti e molti secondi.

Il Montalcino invece si trova sui Navigli. In via Valenza 17 vengono proposti piatti tipici toscani, come già il nome lascia intendere. Il locale è sempre lo stesso da quasi 50 anni, ma non nel senso negativo: la decisione dei proprietari è quella di mantenere la tradizione di questo ristorante ormai storico. L’atmosfera è incantevole. Il legno che caratterizza il design emana calore e ci fa sentire a casa.

Tutto una’altro mondo invece quello del Tenoha, il concept store giapponese. In via Vigevano 18 è sia un negozio di design che un bar-ristorante, o anche uno spazio per eventi e coworking. Davvero un’idea innovativa che vale la pena di provare. Lo stile è minimal, con arredo completamente in legno e in stile giapponese. L’effetto è immediatamente quello di trovarsi in Giappone. La cucina però non propone in classico sushi, ma quei piatti che si possono trovare nelle famiglie giapponesi. Alcuni esempi sono: calamaro al vapore, radici di fiore di loto ripiena, insalata di tofu, filetto di manzo o la famosa cotoletta giapponese tonkatsu.

A pochi passi si trovano i Navigli, con numerosi pub, ristoranti e bistrot di ogni tipo. Porta Genova è perfetta per raggiungere il centro, per passare una serata tra cena e dopo cena ma anche per le pause dal lavoro.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche