×

Primo sciopero degli studenti contro Giorgia Meloni: il 7 ottobre in piazza

Venerdì 7 ottobre gli studenti scendono in piazza contro "l'ascesa dell'estrema destra"

Gli studenti di Milano hanno proclamato il primo sciopero contro il governo di Giorgia Meloni

Nella giornata di venerdì 7 ottobre, a Milano, si terrà il primo sciopero dell’anno degli studenti. Alle ore 9:30 i ragazzi si troveranno in largo Cairoli per “contestare l’ascesa dell’estrema destra guidata da Giorgia Meloni e la mancanza di interesse da parte dei maggiori partiti in gara nei confronti della scuola e delle necessità degli studenti”.

Sciopero contro Meloni: l’indignazione degli studenti

I giovani denunciano: “Da decenni l’istruzione è stata soggetta a numerosi tagli, in particolare con la riforma Gelmini del 2008 che ha causato una riduzione di fondi pari a 10 miliardi di euro e il sacrificio di quasi 100mila cattedre in tutti i gradi delle scuole, dalla materna alle superiori. Attualmente nel nostro Paese una delle problematiche più rilevanti legate a questi tagli è l’edilizia scolastica, infatti più del 40% degli istituti non è a norma, con soffitti che cadono a pezzi e impianti di riscaldamento che non funzionano“.

Inoltre, i plessi scolastici sprovvisti di misure antincendio richieste dalla normativa vigente sono oltre 22mila.

Gli studenti affermano che la scuola non è più un luogo di formazione della persona e di confronto, bensì una sede in cui si insegna lo sfruttamento, la precarietà e la sottomissione. I ragazzi chiedono una scuola sicura e libera da dinamiche di sfruttamento, una scuola e società antifascista e anticapitalista, l’abolizione dell’alternanza.

Sciopero studenti contro Meloni: occupato il liceo Manzoni

Nella giornata di lunedì 26 settembre il liceo Manzoni era stato occupato dopo la vittoria di Fratelli d’Italia. L’occupazione è nata “per parlare e confrontarci sulla situazione in cui versano le nostre vite: crisi e disastri climatici sono ormai all’ordine del giorno, provano lentamente ad abituarci a un lavoro precario, sfruttato e mortale, e, come se non bastasse, ci prepariamo ad entrare in una fase politica pericolosa e repressiva, visti gli ultimi risultati elettorali”.

LEGGI ANCHE: “Sfracelli d’Italia”, Giorgia Meloni appare sui muri dei Navigli: il murales

Leggi anche

Contentsads.com