×

Nuovi tempi della città: Milano cambia orari di scuole, uffici e negozi

Da Emergenza Covid a cambiamento stabile. L'assessore Censi: "E' il momento di sperimentare"

Milano cambia orari, dalle scuole ai negozi: i nuovi tempi della città

Al fine di ridurre il traffico e migliorare la qualità della vita dei cittadini, Milano sperimenterà nuovi orari per la città.

Nuovi orari per Milano, Censi: “E’ il momento giusto”

L’assessore Arianna Censi presenterà la sua proposta sul tavolo del forum della Mobilità che si sta svolgendo in questi giorni.

Da qui al 17 luglio sono in programma cinque appuntamenti per discutere sullo sviluppo urbanistico e ambientale della Milano del futuro.

Censi chiarisce: “Durante l’emergenza legata alla pandemia abbiamo provato che cosa significa organizzare la città in modo che non si muovano tutti nello stesso momento. Credo che questo sia il momento giusto per provare a renderla strutturale”.

L’idea è quella di eliminare il concetto di orario di punta, differenziando l’entrata a scuola per fasce orarie e cambiando le abitudini lavorative grazie allo smart working.

Per adattare questo cambiamento alla quotidianità serve un confronto con scuole, università, imprese, trasporto pubblico. Se tutti sono d’accordo si può iniziare un percorso. Che parte da “un lavoro trasversale tra gli assessorati”. Ovviamente, è necessario anche il contributo degli esperti del settore.

Nuovi orari per Milano: il mobility manager

Francesca Zajczyk, docente di Sociologia urbana alla Bicocca, è da pochi giorni la delegata del Comune per la ‘Conciliazione tempi città e servizi’.

Zajczyk anticipa: “È necessario partire da alcune azioni concrete”. Ad esempio dotarsi di un “mobility manager”, una figura che oggi è prevista dalla legge per le grandi aziende, ma che potrebbe rappresentare anche scuole e università.

In merito allo smart working, invece, servirebbe un coordinamento tra le aziende che oggi, invece, vanno ognuna per conto proprio”. Un’operazione che “deve essere però messa a punto ragionando in un’ottica di città metropolitana“.

Nuovi orari per Milano e spostamenti sostenibili

Secondo Federico Del Prete, responsabile Mobilità e spazio pubblico di Legambiente Lombardia, cambiando tempi, orari e ritmi, è possibile ragionare anche sulla qualità degli spostamenti. “Quando si parla di mobilità in città serve ricordare che il tragitto che io compio da un posto ad un altro deve tener conto del modo in cui lo faccio, non solo del tempo impiegato”. E sottolinea bisogna stare attenti a quali veicoli utilizziamo perché hanno un’influenza sulla vita degli altri“.

In risposta a Del Prete interviene Andrea Painini, presidente di Confesercenti Milano, il quale fa notare che mancano le infrastrutture, come le colonnine di ricarica per le auto elettriche.

LEGGI ANCHE: La nuova Milano di Beppe Sala: il progetto per il futuro della città

Leggi anche

Contents.media