×

Milano Pride, Sala: “Fontana ha sbagliato a non concedere il patrocinio”

Sala contro Fontana: "Deve essere governatore di tutti, come lo è il sindaco"

Sala: "Fontana ha sbagliato a non concedere il patrocinio al Pride"

A margine del corteo del Pride, il sindaco di Milano Giuseppe Sala si è scagliato contro il governatore della Lombardia.

Pride, Sala vs Fontana: l’errore della Regione

Secondo il primo cittadino la Regione ha sbagliato a negare il patrocinio al Pride e rivolgendosi al governatore afferma: “Da Fontana ci dividono tante cose, su altre troviamo la formula per lavorare insieme, ma non deve essere un modo di dire.

Il sindaco è il sindaco di tutti e probabilmente anche il governatore deve esserlo di tutti”.

Pride, Sala vs Fontana: i commenti di Anelli e De Corato

Interviene anche il capogruppo regionale della Lega Stefano Anelli, il quale puntualizza che la sinistra, invece di concentrarsi sulla manifestazione, strumentalizza il Pride per attaccare l’avversario.

L’assessore FdI Riccardo De Corato definisce “penosi” gli attacchi del sindaco Sala a Regione Lombardia perché non condivide le posizioni Lgbt minoritarie nel nostro Paese.

Pride, Sala vs Fontana: “I figli delle coppie omogenitoriali riavranno riconoscimento”

Inoltre, il sindaco Sala ha annunciato che la città di Milano ha riattivato il riconoscimento dei figli nati in Italia da coppie omogenitoriali: “È con grande gioia che ho firmato il provvedimento personalmente nel mio ufficio“.

In precedenza il Comune aveva già iniziato a riconoscere i figli di queste coppie, ma, come spiegato da Sala, avevamo avuto sentenze avverse e il Parlamento doveva legiferare.

Ho aspettato che lo facesse, ma non si sono mossi e dovevo fare la mia parte”.

Secondo il primo cittadino le registrazioni dei figli sono atti di buonsenso e di umanità. Inoltre, auspica che altre città italiane seguano l’esempio del capoluogo lombardo.

LEGGI ANCHE: La Lombardia nega il patrocinio al Pride: il dietrofront della regione

Leggi anche

Contents.media