×

Milano Pride 2022: è partita la parata, migliaia di persone scendono in strada per i diritti LGBT

Questo pomeriggio alle 14 ha preso il via la colorata e festosa parata a favore dei diritti della comunità

pride

Questo pomeriggio è partito alle ore 14 in punto dalla Stazione Centrale di Milano l’enorme corteo del Pride 2022, la manifestazione che ogni anno si celebra nelle principali città italiane e nel resto del mondo in difesa dei diritti della comunità LGBT, ancora oggi a rischio e costantemente calpestati.

Spesso si pensa che l’omolesbotransfobia sia qualcosa che appartiene soltanto a certi Paesi, come quelli del Medioriente, ma la verità è che i crimini di stampo omofobo anche in Italia e nel resto dell’Europa sono ormai all’ordine del giorno.

Il Pride è dunque un corteo pacifico, colorato e festoso che ha però un preciso obiettivo politico: lanciare un messaggio nei confronti delle istituzioni e di quel “mainstream” che ancora oggi, purtroppo, discrimina le persone per il loro orientamento sessuale o la loro identità di genere.

Tuttavia, il Pride è anche molto altro: è infatti la celebrazione dell’uguaglianza nella diversità, ed è una festa dedicata a chiunque si senta fiero di sé stesso e che abbia voglia di vivere la propria vita senza catene, limiti o etichette di sorta.

Pride Milano: il percorso del corteo

Migliaia di persone sono scese a manifestare questo pomeriggio sotto un sole a dir poco cocente, sventolando i colori della bandiera arcobaleno in mille e più possibili forme: chi aveva la classica bandiera, chi un cerchietto, chi una colllana di fiori o una maglietta.

La manifestazione, anche quest’anno, si snoderà per tutto il centro città e raggiungerà poi l’Arco della Pace in zona Parco Sempione, per una grande festa finale a suon di musica e tanto divertimento all’insegna dei diritti.

I temi di questa edizione e i volti della manifestazione

L’evento di quest’anno sarà un’occasione importante per ribadire l’importanza di una legge come il DDL Zan, affossato in Senato lo scorso inverno, ma anche per ritornare su un tema molto delicato come quello della transfobia.

Di questo tema di recente si è parlato moltissimo dopo il tragico suicido della professoressa Cloe Bianco, la cui vita, dopo il coming out come persona transgender, era diventata un inferno.

A rappresentare per la prima volta la Regione Lombardia ma anche il Consiglio regionale lombardo al Pride si è visto Dario Violi del Movimento 5 Stelle, seppure la giunta guidata dal governatore leghista Attilio Fontana, avesse negato il patrocinio al Pride.

Parlando della sua presenza a questo importante evento, Violi ha dichiarato a Repubblica:

Credo sia molto importunate essere qui. Le istituzioni quando si parla di diritti devono essere unite, la politica si può dividere ma le istituzioni devono essere presenti.

Saranno inoltre numerosi gli ospiti del mondo della musica e dello spettacolo che parteciperanno alla manifestazione, sfilando sui carri o passeggiando fra la folla. Tra gli altri segnaliamo la presenza di Katia Follesa, Valeria Graci, l’attore di Skam Italia Pietro Turano, Michela Giraud e l’influencer Pierluca Mariti alias @piuttosto_che.

Le foto più belle del corteo

Come sempre, non appena la parata ha preso il via sono apparsi online decine di scatti e video che fanno ben comprendere lo spirito di una simile manifestazione. Qui sotto potete recuperare alcune fra le immagini più belle ed emozionanti del Pride 2022.

Quante persone c’erano al Pride di Milano

Nelle scorse ore, dopo un’intensa giornata di festeggiamenti, il profilo di Milano Pride ha svelato il numero di partecipanti all’evento: a scendere in piazza sono state circa 300.000 persone.

Leggi anche

Contents.media