×

Case in affitto, a Milano costano di più: il report

I milanesi pagheranno 41 euro in più rispetto all'anno precedente

Case in affitto, a Milano costano di più: il report di Idealista

L’aumento dell’inflazione influisce sui contratti di locazione legati all’indice Foi, ovvero quelli che prevedono la formula di durata 4+4. L’Ufficio Studi di Idealista ha analizzato la situazione: ecco cos’è emerso.

Affitto Milano: l’aumento dei canoni di locazione

Ad aprile 2022 gli aumenti dei canoni di locazione a Milano e Venezia hanno subito un boom spropositato. Lo scenario non migliora neanche nei capoluoghi di Firenze e Bologna, dove gli inquilini sborseranno 35 euro in più al mese. Nella capitale si osserva un aumento pari a 32 euro. A Napoli, Padova e Verona gli inquilini pagheranno 26 euro in più al mese, un euro in più degli affittuari che vivono a Genova.

Al Sud, invece, l’aumento sarà di 23 euro a Bari e di 21 a Palermo. A Catanzaro, Nuoro, Alessandria, Asti, Fermo, Ragusa, Teramo, Torino, Viterbo e Caserta i rincari saranno al di sotto dei 20 euro al mese.

Affitto Milano: rincari anche in provincia

Prendendo in considerazione la situazione delle province emerge che gli aumenti maggiori si concentrano nelle principali aree del Nord Italia. A livello provinciale, Milano registra un aumento di 39 euro al mese, mentre la provincia di Venezia segnala +32 euro.

In media Firenze e Bologna subiscono un aumento di 35 euro al mese. Nella provincia di Verona gli affittuari subiranno un aumento di 27 euro al mese, a differenza delle province di Cagliari, Genova, Napoli, Padova e Salerno, dove l’aumento sarà pari a 26 euro. È possibile osservare rincari minori nelle province di Catanzaro, Nuoro e Trapani. Qui gli inquilini spenderanno “solo” 15 euro in più. Nelle province di Alessandria, Asti, Pesaro Urbino, Ragusa, Torino, Udine, Viterbo, Caserta e Sondrio gli aumenti saranno inferiori a 20 euro.

I cittadini che hanno la revisione annuale del loro contratto di locazione ad aprile, d’ora in poi, dovranno fare i conti con un aumento del canone mensile di 29 euro in media. La crescita dell’inflazione (+5,8% per l’indice Fo) inciderà sui contratti di locazione e graverà sul portafoglio degli italiani per 348 euro annui.

Affitto Milano: a quanto ammontano i rincari?

Rispetto all’anno precedente i milanesi pagheranno 41 euro in più, mentre gli inquilini romani 32. A Catanzaro e Nuoro i rincari saranno meno netti: 15 euro al mese. L’Ufficio Studi di Idealista, portale leader per sviluppo tecnologico in Italia, ha quantificato quanto peserà l’inflazione sull’adeguamento dei contratti di locazione di un bilocale in base all’Indice dei prezzi al consumo aggiornato e pubblicato dall’Istat. Rispetto a marzo 2021, la variazione rilevata dall’Istat è del 6,4%.

LEGGI ANCHE: Quanto costa vivere a Milano? Le spese di una famiglia media

Leggi anche

Contents.media