×

Contrasto alla malamovida: il Comune di Milano stanzierà 400mila euro

Gli interventi nelle zone della movida della città e nelle zone periferiche per combattere il disagio giovanile

Il Comune di Milano stanzierà 400mila euro per contrastare la malamovida

Palazzo Marino ha deciso di stanziare 400mila euro per contrastare la malamovida e il disagio giovanile: stop a rapine, risse e aggressioni.

Contrasto alla malamovida: la prima linea di intervento

Nelle prossime settimane verranno presentati i bandi e i progetti saranno valutati da una commissione.

Tra giugno 2022 e settembre 2023, invece, si svolgeranno le attività finanziate. Le linee di intervento saranno due: la prima, grazie ad una somma pari a 200mila euro, opererà nelle zone della movida della città, da Nolo a Isola, passando per Brera e via Lecco, fino a corso Como e corso Garibaldi. Tra le proposte ci saranno progetti della durata di nove mesi, come la promozione di attività culturali e la gestione del panorama notturno di svago giovanile.

Contrasto alla malamovida: gli interventi nelle zone periferiche

La secondo linea si concentrerà sulle zone periferiche della città: Gratosoglio, Barona, San Siro, Comasina, Parco Lambro, Cimiano, Quarto Oggiaro. I progetti, come la cura del verde e dello spazio sociale, verranno patrocinati con gli altri 200mila previsti dalla delibera. Le attività incentiveranno l’organizzazione di attività sportive.

Contrasto alla malamovida: la rete di sostegno per i più giovani

Lamberto Bertolé, assessore al Welfare, afferma: “Siamo convinti che le manifestazioni del disagio, soprattutto giovanile, a cui abbiamo assistito in questi ultimi mesi siano da affrontare non solo perseguendo i comportamenti negativi, ma anche offrendo ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze un’alternativa possibile e costruttiva.

L’obiettivo, nei prossimi mesi, sarà quello di costruire una rete di sostegno per i più giovani, coinvolgendo il Terzo settore e le associazioni che lavorano sul territorio.

LEGGI ANCHE: Bambini ucraini: nelle scuole di Milano arrivano 200 richieste di inserimento

Leggi anche

Contents.media