×

Divieto di fumo Milano, la proposta soft: sigarette solo se isolati

Condividi su Facebook

Divieto fumo a Milano: proposta soft in nome della salute della collettività

divieto fumo stadio
divieto fumo stadio

Divieto di fumo a Milano: dopo la notizia dell’introduzione arriva la possibilità di una proposta soft: si può accendere la sigaretta solo in luoghi isolati e a non meno di 10 metri di distanza da altre persone.

Divieto di fumo a Milano: la proposta soft

Al voto la prossima settimana il nuovo Regolamento sulla qualità dell’aria. Nel consiglio comunale, la maggioranza ha presentato due emendamenti: uno che prevede il fumare in luoghi isolati e l’altro sull‘anticipo dal 2030 al 2025 di una Milano città smoke-free.

Dal primo gennaio 2021 a Milano scatterà il divieto di fumo. Il consiglio comunale presto discuterà il Regolamento sulla qualità dell’aria che è stato recentemente approvato.

In ballo una modifica che riguarda i parchi in cui fumare sarà consentito soltanto “in luoghi isolati dove sia possibile il rispetto della distanza di almeno 10 metri da altre persone“. Nella proposta, sottoscritta dia consiglieri Filippo Barberis, Enrico Fedrighini, Laura Specchio, Bruno Ceccarelli e Alessandro Giungi è presente un’altra brutta sorpresa per i fumatori: anticipare il divieto di fumo all’aperto in qualsiasi luogo di Milano al 2030 anziché dal 2025, “salvo in luoghi isolati dove sia possibile il rispetto della distanza di almeno 10 metri da altre persone”.

Nel progetto Milano Smoke-free la maggioranza mira al divieto di fumo come obbiettivo per la tutela della salute della collettività ma concedendo ai fumatori alcune zone come i parchi o le fermate dei tram e bus, a condizione che ci siano 10 metri di distanza dalle altre persone.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche