×

Fase 2 a Milano, a rischio i parchi: troppe persone usano gli attrezzi

Condividi su Facebook

Il vicesindaco e assessore alla sicurezza Anna Scavuzzo preoccupata per la fase 2 nei parchi di Milano: "Troppi interventi della Polizia".

Durante la fase 2 anche i parchi di Milano hanno potuto riaprire i battenti, ma la situazione sta tornando a essere rischiosa. “Troppi gli interventi della Polizia locale: non si possono usare gli attrezzi, i giochi e nemmeno creare assembramenti”, avverte il vicensindaco e assessore alla Sicurezza Anna Scavuzzo.

Fase 2, il rischio nei parchi di Milano

Finalmente si può tornare a passeggiare nei parchi, ma sempre con le dovute precauzioni che però non tutti sembrano rispettare. Al terzo giorno della fase 2 ci sono già troppi assembramenti e troppe persone che usano attrezzi e giochi. “I bambini non possono usare i giochi, gli scivoli e le altalene – spiega l’assessore Scavuzzo -. Così i ragazzi non possono giocare a basket usando i campetti e gli sportivi non possono usare gli attrezzi”.

La Polizia è già dovuto intervenire troppe volte e il rischio è quello di dover fare un passo indietro, tornando alla chiusura dei parchi o addirittura al lockdown. Se si tornerà a 500 contagi giornalieri la Lombardia potrebbe infatti tornare zona rossa.

“Capiamo tutti molto bene la voglia di tornare alla normalità, ma non è ancora il momento di fare ognuno come gli pare – continua Scavuzzo -. Siamo ancora in una fase in cui la responsabilità di tutti e di ciascuno è fondamentale per non tornare indietro, per non dover di nuovo chiudere i parchi e le aree verdi. Le norme vanno sempre rispettate: lo fa la stragrande maggioranza dei milanesi, dobbiamo farlo tutti. Sul fronte degli spostamenti in città ci sono invece buone notizie.

Il traffico rimane moderato e sono sempre più utilizzate biciclette e monopattini. Anche sui mezzi di trasporto Atm la situazione è sotto controllo e gli interventi della Polizia Locale in questo caso sono ridotti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche