×

Coronavirus, dati positivi a Milano e in Lombardia

Condividi su Facebook

Tutta la regione Lombardia compresa la città di Milano può tirare un sospiro di sollievo grazie ai numeri dei contagi da Coronavirus del 5 maggio.

Sono positivi i numeri dei contagi da Coronavirus quelli della giornata del 5 maggio, sia a Milano che in tutta la Lombardia. Nonostante la speranza data dai bilanci e dall’inizio della fase 2, l’invito da parte delle autorità è quello di continuare a rispettare le distanze.

A diminuire sono anche i ricoveri e i decessi.

Coronavirus, i numeri del 5 maggio a Milano

In Lombardia si raggiunge quota 78.605 casi, con un incremento di 500 nuovi positivi in 24 ore, ma 77 in meno rispetto al giorno precedente. I tamponi analizzati il 5 maggio sono 6.455, che sommati a tutti quelli effettuati dall’inizio della pandemia diventano 425.290. Le persone attualmente malate di covid-19 sono 37.092, di cui 509 in terapia intensiva con un calo di 23 ricoveri.

Negli altri reparti i ricoveri con sintomi sono 6.201 (-213) e 30.382 in isolamento presso il proprio domicilio (+21). I decessi di martedì 5 maggio sono 95, che sommati a quelli precedenti arrivano a 14.389. I guariti invece sono 27.124, quindi 620 in più.

Per quanto riguarda Milano e la sua provincia i nuovi positivi sono 144, per un totale di 20.398. Nelle 24 ore precedenti erano +186. In città sono 50 i nuovi casi che fanno ammontare il totale a 8.589. Nelle altre province i numeri sono totalmente diversi. A Bergamo sono solamente 12 i nuovi positivi – 20.398 totali -, mentre a Brescia 46, per un totale di 13.168. Nel frattempo si cerca di ripartire, ma in questa fase è fondamentale rispettare le regole come le distanze e il divieto di assembramento.

Per questo sono elevati i controlli sui mezzi di trasporto che accolgono i viaggiatori ma con ingressi scaglionati. Inoltre a bordo ci si può accomodare e sostare solamente nelle zone indicate, indossando sempre la mascherina e mantenendo il metro di distanza.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche