×

Coronavirus, decessi nelle case di riposo di Milano: avviata inchiesta sul Pio Albergo Trivulzio

Condividi su Facebook

Sono molte le case di cura accusate di star nascondendo la realtà sui veri numeri dei decessi riconducibili al Coronavirus.

Non è chiaro quello che sta accadendo in varie case di riposo di Milano, ma l’ipotesi è che ci siano più deceduti per Coronavirus di quelli annunciati. Dopo la denuncia da parte di parenti e familiari sono tanti i fascicoli aperti.

Il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri è pronto a mandare gli ispettori anche al Pio Albergo Trivulzio.

Coronavirus, la situazione nelle case di riposo di Milano

Don Gnocchi, Casa famiglia di Affori, Sacra famiglia di Cesano Boscone e la Casa di riposo di Corvetto. Da quanto denunciato sembrerebbe che queste strutture stiano nascondendo i veri numeri di decessi collegati al Covid-19. Per questo le Rsa sono già sotto inchiesta e ora si aggiunge il Pio Albergo Trivulzio.

Il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri ha aperto una pratica proprio su quest’ultima struttura ed è in attesa della valutazione del Nas. La situazione non è chiara nemmeno al Sindaco di Milano Beppe Sala, che da giorni ormai chiede di avere delucidazioni al presidente della Lombardia Attilio Fontana. Anche la Baggina è accusata di aver nascosto la grave situazione: i decessi da Coronavirus sono in realtà settanta, non diciannove come annunciato. Le morti sono state giustificate come bronchiti e, all’interno della struttura, sarebbe vietato l’uso delle mascherine al personale.


La verità del Pio Albergo Trivulzio

In una nota ufficiale del Pio Albergo Trivulzio si legge che i decessi sono solamente cinque in più rispetto allo stesso trimestre del 2019. La dirigenza commenta: “Questa è una situazione che non si configura come strage nascosta, ma conferma che al Pat non vi sia una situazione fuori controllo”.

La conferma a questi dati la da l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera, mentre Attilio Fontana spiega: “Il Pio Albergo Trivulzio di Milano ha una gestione congiunta con il Comune di Milano. Tanto è vero che nominiamo insieme i consiglieri di amministrazione. Se ci saranno decisioni da prendere o responsabilità da accertare vedremo”.

Il Trivulzio gestisce altre due case di riposo, una a Milano e l’altra a Merata, in provincia di Lecco. Nella seconda sede meneghina sono ospitati 95 anziani e nel mese di marzo ci sono stati 7 decessi per Covid-19. Altri 26 ospiti rimangono in osservazione con sintomatologie dubbie. La situazione è critica invece in provincia di Lecco, dove i decessi registrati sono 34, di cui 23 per Coronavirus. Nello stesso periodo del 2019 si contavano 17 morti in meno.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche