×

Blocco del traffico a Milano: secondo i dati lo smog è rientrato nei limiti

Condividi su Facebook

"Ho ricevuto tanti riscontri positivi": le parole del sindaco Sala dopo la giornata di blocco totale del traffico. Livelli di inquinamento rientrati.

blocco traffico milano
blocco traffico milano

Durante la domenica di blocco del traffico le centraline hanno rilevato un livello di Pm10 nel cielo di Milano pari a 45 microgrammi per metro cubo, al di sotto quindi della soglia di 50 microgrammi per metro cubo. Nella giornata di sabato, infatti, con le auto regolarmente in circolazione, il dato registrato era pari a 81 microgrammi per metro cubo e ciò rappresenta un ottimo segnale degli effetti positivi dello stop del traffico deciso dal sindaco Sala.

Blocco del traffico a Milano

Penso che sia andato bene ma sono un pò di parte. Detto questo ho visto anche tanta gente molto contenta – ha detto il sindaco Beppe Sala al termine della giornata -. Il giudizio che do è ampiamente positivo. Di lamentele non ne ho viste così tante“. “Ho visto i dati Arpa – ha detto con soddisfazione – e sono positivi. Nelle premesse non voleva essere qualcosa di risolutivo, però ha aiutato nel suo piccolo.

È uno dei tanti elementi su cui bisogna lavorare“.


Atm: il 30% in più dei passeggeri

Oltre ad aver giovato alla situazione dello smog, l’esperimento di domenica ha giovato anche all’azienda di trasporti Atm che ha registrato il 30% in più dei passeggeri sulla linea della metropolitana.

Alla fine – ha detto il sindaco Sala – credo che sia stato molto positivo, in molti lo hanno apprezzato, mi pare che anche per quanto riguarda l’inquinamento qualche risultato lo abbia portato. Ho ricevuto più segnali positivi che negativi, ma è solo una piccola parte del percorso relativo alla questione ambientale“. Un esperimento da ripetere? “Non è che lo facciamo se non ci sono ragioni, vediamo come si svilupperà il tempo e l’inquinamento e ci ragioneremo“.

1 Comment
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
doro
5 Febbraio 2020 14:50

Non ha alcun senso il confronto rispetto al giorno precedente. Bisognerebbe farlo rispetto alla domenica precedente. in più il dato di sabato sicuramente è stato più alto del normale perché tante tantissime persone hanno fatto degli spostamenti in auto apposta di sabato (scambiando il giorno) essendo costretti a non spostarsi di domenica.


Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Lavora per Entire Digital

Leggi anche