×

Bike Sharing: Helbiz porta a Milano la bici elettrica a flusso libero

Condividi su Facebook

Sono 2500 le nuove biciclette a pedalata assistita di Helbiz disponibili attraverso il bike sharing a Milano.

Le bicilette
Saranno 2500 le biciclette a pedalata assistita di Helbiz disponibili attraverso il bike sharing a Milano.

Dopo i monopattini elettrici, Helbiz metterà in strada a Milano con l’ormai diffusissima formula del bike sharing, le nuove bici a flusso libero. La società ha infatti vinto un bando del Comune di Milano per 2.500 bici a pedalata assistita che andranno ad aggiungersi alle 5 mila di BikeMi non a flusso libero e alle 8 mila di Mobike non elettriche ma a flusso libero.

Bike sharing Helbiz a Milano

Il costo delle biciclette elettriche, chiamate Greta dalla società, è di 7 centesimi al minuto più 25 centesimi di sblocco. Grazie a un accordo con Telepass sarà possibile pagare il costo delle corse direttamente con Telepass Pay. Inoltre con l’app per tutto il 2020 lo sblocco iniziale e i primi 30 minuti saranno gratuiti per ogni corsa.

La bicicletta Greta ha un motore di 250W di potenza e una batteria da 14 AH che garantisce un’autonomia fino a 80 chilometri e una velocità massima di 25 km/h.

Sulla bicicletta è stato disposto anche un modulo Gps che permetterà attraverso il presidio day-by-day di un fleet-team di vigilare sulla circolazione e monitorare episodi di vandalismo.


Per noleggiare le bici elettriche basterà utilizzare l’applicazione mobile di Helbiz.

Milano sta dimostrando in questi anni di essere un modello virtuoso per quanto riguarda le politiche di sharing e, più in generale, di mobilità sostenibile – sottolinea Salvatore Palella, CEO e fondatore di Helbiz – . Dal canto nostro siamo certi di poter offrire un grande sostegno a questo Comune e ai suoi abitanti per lo sviluppo di una viabilità più intelligente, efficiente e pulita. È un percorso che intendiamo fare di concerto con le istituzioni e con la collettività.

Diventare smart city non significa solo aggiungere tecnologia ma essere in grado di recepirla e gestirla nel migliore dei modi”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche