×

Sprechi alimentari: a Milano si butta meno cibo rispetto al resto d’Italia

Condividi su Facebook

Una ricerca sugli sprechi alimentari ha individuato la Lombardia e Milano come le zone più virtuose d'Italia.

sprechi alimentari

L’Osservatorio Waste Watcher ha reso noti i risultati di una ricerca in merito agli sprechi alimentari in Italia. Da tale ricerca è emerso che in Italia, ogni anno, si sprecano ben 15 miliardi di euro di cibo anche se il dato risulta essere in diminuzione grazie anche all’aumento di consapevolezza in merito al problema del cibo e della fame.

Tra le aree più virtuose d’Italia svettano la Lombardia e in particolare la città di Milano nella quale sembra si butti cibo solo una volta al mese.

Sprechi alimentari

Stando alle rilevazioni della ricerca, il 50% delle famiglie lombarde getta cibo solo una volta al mese, un dato decisamente migliore rispetto a quello nazionale che indica il 48%. In Lombardia, solo il 4% degli intervistati ha dichiarato di buttare cibo più volte nella stessa settimana, contro il 7% del dato nazionale.

Nel complesso, tuttavia, anche se le percentuali sono ancora preoccupanti risultano in netto miglioramento rispetto al 2014 quando un italiano su due dichiarava di sprecare cibo quasi ogni giorno. Nel 2019, infatti, solo l’1% ha ammesso di cestinarlo quotidianamente.

L’indagine

Secondo i dati presentati al termine dell’indagine, un cittadino lombardo su due ritiene che per prevenire lo spreco sarebbe necessario puntare su una maggiore stagionalità dei prodotti, quattro su dieci sottolineano l’opportunità di recuperare il cibo avanzato, uno su tre indica l’utilità di fare spese più frequenti e l’importanza dell’educazione alimentare nelle scuole. Tra gli sprechi, infatti, quelli alimentari restano i più avvertiti e precedono quello di acqua e di energia.

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Lavora per Entire Digital


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Lavora per Entire Digital

Leggi anche