×

Bimbo morto a scuola Milano: indagate due maestre e una bidella

Condividi su Facebook

Sono tre le persone indagate per il caso del bimbo morto a scuola a Milano, dopo essere caduto dalle scale. L'accusa è di omicidio colposo.

bimbo morto a scuola milano funerali
bimbo morto a scuola milano funerali

La tragedia risale al 18 Ottobre 2019, quando un bimbo di soli 5 anni era morto a scuola dopo essere precipitato dal secondo piano nella tromba delle scale, a Milano. Il piccolo Leonardo, che proprio a Dicembre avrebbe compiuto 6 anni, invece di rientrare in classe, dopo essere stato mandato in bagno, ha usato una sedia con le rotelle, già presente in corridoio, per arrampicarsi sul corrimano.

Quando ha scorto una classe che al piano di sotto stava uscendo dall’aula si è incuriosito, sporgendosi eccessivamente e finendo per perdere l’equilibrio.

Milano, bimbo morto a scuola: 3 indagate

Il piccolo è precipitato da un’altezza di oltre 11 metri. Ricoverato in rianimazione all’ospedale Niguarda è deceduto quattro giorni dopo. Inutili tutti i tentativi dei medici di salvargli la vita. Due maestre (una di ruolo e una di sostegno) e una bidella sono state indagate dalla Procura di Milano con l’accusa di omicidio colposo per la morte del bambino.

Per la pm Letizia Mocciaro, titolare del fascicolo, sono loro le responsabili di omicidio colposo per omessa vigilanza. Il piccolo non avrebbe potuto scavalcare il parapetto della scala, se non fosse salito sulla sedia, la quale doveva stare in un gabbiotto. Invece, si trova in corridoio, completamente incustodita. È il risultato di un esperimento giudiziario, realizzato in queste settimane nell’indagine per omicidio colposo del pubblico ministero.

A poche ore dalla scomparsa di Leonardo, un’altra maestra aveva fatto parlare di sé per una lettera in cui aveva sfogato tutto il proprio dolore per la morte del bimbo.

Nella missiva, l’insegnante esprimeva il desiderio di “riportare indietro le lancette. Se fosse possibile donerei la mia vita pur di riaverlo tra quei banchi della prima C”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche