×

Incidente filobus Milano, passeggera accusa autista: “Era al telefono”

Condividi su Facebook

In merito all'incidente mortale che ha coinvolto un filobus Atm a Milano, una donna ha riferito di aver visto l'autista al telefono mentre guidava.

incidente-filobus-milano

Emergono nuovi dettagli nella dinamica del tragico incidente avvenuto a Milano nella giornata del 7 dicembre tra un filobus Atm e un camion della raccolta dei rifiuti e nel quale ha perso la vita la 49enne Shirley Ortega. Stando infatti alle parole di una passeggera presente sul mezzo pubblico, l’autista 28enne sarebbe stato alla guida mentre parlava ad alta voce al telefono.

Una versione dei fatti che se fosse confermata renderebbe giustificherebbe la distrazione che ha portato l’autista a passare l’incrocio di viale Bezzi con il semaforo rosso.

Incidente filobus Milano, parla una testimone

Secondo quanto dichiarato dalla donna, l’autista si sarebbe messo a telefonare immediatamente dopo essere salito sul filobus: “Quando è salito a bordo sembrava come infastidito da qualcosa e poco dopo la partenza si è subito messo al telefono”.

Dichiarazioni queste che verranno nei prossimi giorni depositate anche in presenza del pubblico ministero Rosaria Stagnaro, in occasione delle audizioni dei testimoni dell’incidente.

Al momento sono inoltre in corso le analisi sul telefono dell’autista, proprio per accertare che fosse in uso negli istanti in cui il mezzo impattava contro il camion del’Amsa. Lo schianto ha provocato la morte della donna filippina e il ferimento di altre 11 persone, mentre il conducente del mezzo della nettezza urbana è rimasto incastrato nell’abitacolo con un femore fratturato.


La versione dell’autista

Nel frattempo, il conducente del filobus ha sempre negato di essere stato al telefono al momento dell’incidente, affermando invece di aver avuto un malore che lo ha portato a perdere il controllo del veicolo: “Mi si è appannata la vista, ho avuto un malore improvviso, non sono più riuscito a controllare il mezzo”.

Una versione sostenuta non solo dall’avvocato dell’uomo ma anche dalla stessa azienda dei trasporti pubblici milanesi.

Attualmente entrambi i conducenti dei mezzi coinvolti sono accusati di omicidio stradale aggravato e lesioni colpose e verranno interrogati dai pm la prossima settimana. Contemporaneamente la Polizia sta procedendo nell’interrogare tutti i passeggeri e i testimoni della tragedia al fine di delineare la dinamica dell’incidente.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche