×

Sciopero Auchan-Conad: lavoratori in piazza a Milano il 5 dicembre

Condividi su Facebook

Giovedì 5 dicembre 2019 è stato indetto uno sciopero per il personale Auchan-Conad del milanese con annessa manifestazione in Piazza Duomo alle ore 9:30.

Sciopero Auchan Conad Milano
Sciopero Auchan Conad Milano

I sindacati Filcams-Cgil Milano e Uil Tucs-Uil Milano e Lombardia hanno proclamato uno sciopero per giovedì 5 Dicembre 2019. Questo riguarderà tutto il personale di Margherita Distribuzione di sede e l’ipermercato e il deposito di Truccazzano (ora Punto Lombardia S.p.A.

). Oltre allo sciopero dei dipendenti Auchan-Conad è prevista una manifestazione di protesta in Piazza Duomo a Milano nella stessa data alle ore 9:30.

Sciopero Auchan-Conad a Milano: le motivazioni

La proverbiale goccia che ha fatto traboccare il vaso sono state le sempre più frequenti acquisizioni degli ex punti Auchan. Molti di questi nel milanese, infatti, sono stati venduti alla Conad, la quale ne ha intrapreso la conversione. Tuttavia, lo scorso 15 Novembre, il colosso bolognese aveva dichiarato ben 6.197 esuberi di personale a livello nazionale.

Infine, ciò che in particolare ha fatto scattare i sindacati lombardi è stata la sede Conad di Rozzano; qui, oltre ad un centinaio di esuberi manageriali, rischiano di restare a casa altri 600 impiegati.

Come aggiungono i sindacati, alla questione dei lavoratori di Rozzano “si aggiungono le preoccupazioni legate ai punti vendita già confluiti in Conad, che sulla rete milanese alimentano dubbi sul mantenimento dei livelli salariali e occupazionali. Mentre da una parte arrivano concreti segnali di inefficienze organizzative su diversi versanti, dalla gestione del lavoro all’approvvigionamento delle merci per passare all’attività di manutenzione, che determinano tensioni e preoccupazioni tra i lavoratori, dall’altra è sempre più evidente l’assenza di garanzie salariali e contrattuali, determinate dalla mancata applicazione della contrattazione integrativa e dalla modifica degli istituti economici non assorbibili riconosciuti ai singoli lavoratori”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche