×

Mappa dei locali di Milano: il quadrato semiotico della movida

Condividi su Facebook

Il ‘tovagliolo della movida’: successo in rete per il diagramma che divide in categorie i locali cittadini.

L’avete visto e magari condiviso su Facebook anche voi ieri (io sì): ecco a voi il “Quadrato semiotico del divertimento milanese”, messo a punto da Diletta Sereni e Daniele Dodaro.

Che hanno raccontato al Corriere:

“Una sera ci siamo accorti che ci trovavamo del tutto a disagio in un locale della città. Siamo diventati la pagina più vista di Wordpress in Italia. Abbiamo già in cantiere i quadranti delle prossime città, racconteremo la movida di altri grandi capoluoghi italiani e affronteremo temi di politica e attualità”

Lo schema, disegnato su un tovagliolo, è un’concentrato della movida milanese’, divisa in quattro quadranti (truzzo, frikkettone, radical chic e snob), separati dall’inclinazione politica (destra e sinistra) e dall’ispirazione (collettivo o elitario).

La provocazione ha colpito nel segno a mio parere, tanto che il loro blog nel giro di poche ore ha fatto furore. D’altronde a Milano molti sono dannati modaioli (per ricollegarmi a qualche vecchio post).

ps. E il locale dova vado io non c’è. Non che mi dispiaccia ovviamente #proudlyinclassificabile

LINK UTILI

Arco della Pace locali: nuovi orari e regole per la movida.

Estate Milano 2011: Colonne di San Lorenzo e Arco della Pace, nuove regole dal primo agosto.

Agosto a Milano: le nuove norme non fermano un rave abusivo alle Colonne di San Lorenzo.

Il Plastic ha chiuso e Milano sogna Berlino: ma viale Umbria non è Kreuzberg.

Anche il Bitte chiude: Milano si prostra al dio denaro senza scombinarsi la messa in piega.

Plastic chiude: stavolta è tutto vero, ecco la prova fotografica.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche