×

Green Hill cani adozione: alcuni padroni ci ripensano

Condividi su Facebook

Quando si adotta un cane, o un altro animale, bisogna farlo con coscienza e responsabilità. Alcuni beagle di Green Hill sono stati riportati indietro, e uno è stato addirittura abbandonato.

Appena fuori centro di Montichiari è stato trovato, solo e abbandonato, uno dei cani ‘liberati’ da Green Hill.

La notizia è stata riportata da BresciaOggi, che segnala come non si tratti del primo caso di ripensamento.

Cuccioli di Green Hill adottati sull’onda emotiva della liberazione, forse senza pensare alle conseguenze. E scuse, francamente, banali per ‘liberarsi del fardello a quattro zampe’:

“Devo portare mia moglie a fare una visita in ospedale: il cucciolo non lo vogliamo più”

“È insopportabile, mi mangia tutte le gambe del tavolo. Tenetevelo”

Si tratta di pochi casi al momento, ma che gettano una brutta ombra sull’intera vicenda.

E sì che le associazioni animaliste avevano messo in guardia:

“Vorremmo famiglie consapevoli, che si rendano conto che questi animali non sono ‘normali’: hanno bisogno di estrema attenzione dal punto di vista comportamentale e fisico. Non cerchiamo chi, sull’onda dell’emozione, ci chiede un cucciolo pensando che si tratti di un affidamento qualsiasi”

(fonte immagine infophoto)

LINK UTILI

Green Hill cani adozione: tutte le informazioni per adottare i beagle liberati.

Green Hill allevamento cani: sequestrato l’allevamento di beagle a Montichiari.

Sequestrato l’allevamento Green Hill, i Beagle sono liberi!

Green Hill sotto sequestro: Guardia Forestale prende in custodia cani e struttura.

Green Hill, da Lush simulazione chock.

Attivisti a Green Hill liberano beagle: feriti e denunciati nel bilancio del blitz.

Green Hill chiusura: “è fumo negli occhi” per Aidaa. Ecco cosa voterà il parlamento.

TgBau&Miao, domenica su Canale 5 la nuova rubrica del Tg5/Mimun: “Se va bene torna in autunno”.

Vivisezione animali: l’Italia dice basta? La Legge comunitaria fa discutere.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche