×

Fondo Anticrisi Comune di Milano: le polemiche dopo l'estensione

Condividi su Facebook

Il Comune di Milano ha deciso di estendere il fondo anticrisi anche alle coppie di fatto. E’ polemica.

Ha sempre esercitato su di me un grande fascino l’articolo 3 della Costituzione. Che recita:

“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”

Ora: a proposito di ‘rimuovere ostacoli’, il Comune di Milano ha recentemente deciso di allargare il fondo anticrisi istituito qualche tempo fa anche alle coppie di fatto.

Anche se composte da persone dello stesso sesso.

In fondo, se qualcuno ha bisogno e si trova in difficoltà, poco importa il suo orientamento sessuale. O no?

Purtroppo le cose vanno così solo in un magico mondo fatato, e non a Milano, nel 2012.

Si è infatti scatenato un putiferio, come leggiamo sul Corriere. Avvenire, il giornale della Cei, ha attaccato Pisapia citando don Milani:

“La peggiore ingiustizia, lo insegnava anche don Lorenzo Milani, è trattare in maniera uguale situazioni differenti.

Sconcerta che il sindaco, che è avvocato e uomo di legge, scelga con questo atto di ribaltare le fonti del diritto, anteponendo una legge di regolazione amministrativa addirittura alla Costituzione. Che all’articolo 29 è inequivocabile nel riconoscere ‘i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio'”

Quindi se solo chi è sposato ha dei diritti (e deve essere aiutato), chi convive cosa deve fare?*

Io comincio ad avviarmi alla fermata…va’.

LINK UTILI

Facebook apre alle coppie di fatto!

Coppie di fatto: Giuliano Pisapia assicura entro l’anno il registro delle unioni civili

Franceschini: sì alle coppie di fatto

Le coppie di fatto e le correnti liberali

(immagine da archivio infophoto)

*risposta presunta: “Attaccarsi al tram”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche