×

Eureco Paderno Dugnano: arrestato Giovanni Merlino, il titolare

Condividi su Facebook

E’ stato arrestato il titolare della Eureco di Paderno Dugnano. Le accuse per lui sono: omicidio colposo, traffico illecito di rifiuti e violazioni sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.

I carabinieri hanno arrestato Giovanni Merlino, il titolare della Eureco, la società di smaltimento rifiuti di Paderno Dugnano dove il 4 novembre 2010 morirono quattro operai e tre rimasero gravemente ustionati.

Riporta il Corriere che i militari del Nucleo operativo ecologico di Milano e della Compagnia di Desio hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare per i reati di omicidio colposo, traffico illecito di rifiuti e violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Aggiunge il quotidiano che il titolare dell’azienda

“sarebbe stato pienamente consapevole delle gravi carenze di sicurezza nel suo impianto, aggravate da un’opera di smaltimento illecito di rifiuti a fini di lucro.

In sostanza, l’inchiesta delle procure di Milano e Monza ha portato alla luce uno scenario in cui l’uomo ritirava rifiuti da aziende che gli pagavano regolarmente lo smaltimento, e spesso quello più costoso, per i cosiddetti rifiuti speciali e pericolosi. Lui, però, dopo il ritiro, non conferiva quelli pericolosi nelle discariche autorizzate, ma faceva aprire i contenitori sigillati e trattare i rifiuti pericolosi dai suoi operai, pur non avendo alcuna autorizzazione in merito, allo scopo di mischiarli ad altri e quindi ‘trasformarli’ in rifiuti comuni, che poi venivano portati in discariche normali, pagando meno e aumentando di conseguenza i ricavi.

Tutto questo senza le più elementari norme di sicurezza”

Nell’ordinanza il gip parla di Giovanni Merlino come di un

“un imprenditore privo di scrupoli, dedito esclusivamente e ad ogni costo, a moltiplicare i propri profitti, abusando della sua posizione di datore di lavoro”

E giustifica l’ordinanza con il “concreto e reale pericolo di reiterazione del reato”.

Nel rogo dell’anno scorso erano morti Sergio Scapolan, Leonard Shehu, Salvatore Catalano e Harun Zequiri.

Le famiglie, nei giorni scorsi, hanno denunciato di essere sul lastrico.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche