×

Torna a Milano il progetto “La scuola ti guida”

Condividi su Facebook

Giovani al volante

Avere un corretto stile di guida nel momento in cui ci si mette al volante è importante per poter salvaguardare non solo la propria vita ma anche quella degli altri automobilisti ed è per questo che è indispensabile conoscere le norme fondamentali che regolano il codice della strada sin dal momento in cui si prende la patente.

Sempre più spesso, però, i giovani guidatori si comportano in modo indisciplinato con la propria vettura perchè in questo modo pensano di essere “grandi” non rendendosi conto dei pericoli che in questo modo possono correre ed è in particolare a loro che si rivolge l’iniziativa “La scuola ti guida”, che viene organizzata per il secondo anno consecutivo sotto forma di tour itinerante per cercare di sensibilizzare gli studenti delle scuole medie superiori sull’importanza della sicurezza stradale.

Gli organizzatori principali di questa iniziativa sono Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale in collaborazione con la Polizia Sttradale, AISCAT e Autostrade per l’Italia, che hanno deciso di iniziare il proprio percorso di “istruzione al volante” dall’Istituto Schiapparelli Gramsci di Milano, ma si cercherà di arrivare nelle principali città italiane per concludersi il 15 aprile a Roma dando la precedenza a lezioni soprattutto di tipo teorico, ma gli iscritti agli ultimi due anni delle superiori, ovvero quelli che hanno anche l’età per pensare a prendere la patente avranno anche la possibilità di esercitarsi in modo pratico grazie al supporto di alcuni istruttori che metteranno a loro disposizione degli specifici simulatori.

Gli studenti del primo anno, invece, potranno ricevere in omaggio un cd-rom chiamato Patentino Online in cui potranno cominciare a prendere confidenza con le principali norme che regolano il Codice della Strada e che potranno essergli utili nel caso in cui decidano di effettuare l’esame per ottenere il patentino per guidare i ciclomotori.

Immagine tratta dal sito www.gazzettadiparma.it

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche