×

Vigili di Milano dotati di spray urticante

Condividi su Facebook

Spray peperoncino

Nonostante le diverse misure introdotte da parte dell’amministrazione comunale milanese per tutelare la sicurezza dei propri cittadini, sono ancora diverse le aggressioni che si verificano soprattutto nei confronti delle donne ed è per questo che molte appartenenti al sesso femminile scelgono di prendere parte a corsi di autodifesa per cercare di non essere colte impreparate nel caso in cui si trovino di fronte un malintenzionato.

Ora, però, nel capoluogo lombardo si è deciso anche di introdurre una nuova tutela che andrà a beneficiare dell’operato dei vigili urbani e della Polizia Locale che potranno circolare nelle varie strade mentre sono in servizio dotati di uno spray urticante al peperoncino che potrà essere utilizzato nel caso in cui avvertano una situazione di pericolo. In questa fase iniziale saranno dieci gli spray che potranno essere utilizzati dagli agenti e almeno per le prime settimane si tratterà di un’operazione di tipo sperimentale la cui durata non è stata ancora decisa ed è per questo che si effettuerà una valutazione più precisa a seconda dell’andamento della situazione.

Uno dei promotori principali di questa iniziativa è il vicesindaco e assessore alla sicurezza Riccardo De Corato in seguito alla situazione decisamente preoccupante che solo nel 2009 ha visto centocinquantatre agenti rivolgersi ai pronto soccorso dopo avere subito un’aggressione mentre si trovavano impegnati a svolgere la propria attività lavorativa ed è per questo che si vuole evitare che episodi di questo tipo si ripetano nuovamente. E’ importante comunque sottolineare che lo spray al peperoncino non vuole essere uno strumento per colpire e ferire l’aggressore, ma utile per la difesa personale ed è per questo motivo dovrà essere utilizzato dagli agenti solo nel caso in cui riscontrino una legittima difesa previsti dalla Legge e in luoghi pubblici aperti.

Immagine tratta dal sito www.100spiare.it

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche