×

Ristrutturazione dei simboli dell’Unità d’Italia a Milano

Condividi su Facebook

Vittorio Emanuele II – Milano

L’anno che sta per iniziare ha un’importanza particolare per la storia del nostro Paese perchè si festeggierà il centocinquantesimo anniversario dalla proclamazione dell’Unità d’Italia, un avvenimento che molti di noi tendono a trascurare ma che ha permesso di far nascere un’identità nazionale che prima nella divisione in piccoli staterelli non era possibile avere.

Proprio per questo in vista di questo importante avvenimento il soprintendente del Comune di Milano, Alberto Artioli, che si occupa di salvaguardare lo stato artistico delle opere presenti nel capoluogo lombardo ha previsto l’inizio delle opere di restauro per quei monumenti che richiamano il momento dell’unità e che dopo diversi anni dalla loro realizzazione sono ormai piuttosto consumati e anneriti. I cantieri andranno quindi a riguardare la statua di Camillo Benso conte di Cavour allestita nella Piazza omonima, il monumento equestre dedicato a Vittorio Emanuele II in Piazza Duomo, la statua dedicata alle Cinque Giornate e quella di Giuseppe Verdi in zona Buonarroti.

Si tratta quindi di lavori a cui si tiene in modo particolare perchè sarà importante in vista dei festeggiamenti che si terranno anche a Milano per l’anniversario sarà importante riconsegnare la città nel migliore dei modi, anche se l’apertura dei cantieri sarà ormai fissata all’apertura del 2011 con un investimento richiesto di oltre seicentomila euro. I fondi necessari non verranno comunque richiesti alla popolazione milanese, ma verranno messi a disposizione da parte del governo e sarà richiesto particolare impegno da parte degli addetti per far tornare i monumenti allo stato che realmente meritano, anche se il lavoro maggiore dovrà essere impiegato nella statua del Re situata vicino al Duomo che appare particolarmente annerita e rovinata anche dai piccioni che quotidianamente sono presenti nella zona.

Immagine tratta dal sito www.shutterstock.com

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche